Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:22
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Musica

Il brano inedito dei Cranberries: Dolores O’Riordan canta in gaelico in Íosa

Immagine di copertina
L'ultimo brano dei The Cranberries.

Per festeggiare i 25 anni dalla pubblicazione del primo album della band irlandese, arriva l'inedito Íosa

Era il 1993 e i The Cranberries facevano il loro ingresso nella scena rock con il primo album Is Doing It, So Why Can’t We?.

Per festeggiare i venticinque anni di carriera, con l’uscita di un box, la band irlandese pubblica l’inedito Íosa. Un brano che ci riporta indietro negli anni, ci fa immergere negli inconfondibili suoni dei The Cranberries e, soprattutto, ci permette per l’ultima volta di ascoltare la voce calda e graffiante di Dolores O’Riordan.

L’anima della band, la cantante dal timbro singolare e inimitabile, è scomparsa lo scorso 15 gennaio. È stata ritrovata senza vita nella vasca da bagno in seguito all’abuso di alcol.

A rendere ancora più straordinario questo brano inedito è il fatto che sia l’unico cantato da Dolores O’Riordan in gaelico, in lingua irlandese. Il testo, quasi profetico, è la celebrazione della religione cattolica. Il titolo del brano è Gesù e quello che l’artista chiede in questo ultimo grido disperato è di non essere lasciata sola.

L’uscita del cofanetto è prevista per il 19 ottobre. Il box racchiude le riedizioni speciali dei brani contenuti nel primo album della band di Limerick, sulla costa occidentale del paese, e altre canzoni mai pubblicate, inediti tenuti nel cassetto dal gruppo rock irlandese per essere diffusi oggi, venticinque anni dopo.

Il cofanetto sarebbe dovuto uscire a marzo, ma di fronte all’improvvisa scomparsa della cantante la band ha deciso di rimandarne la pubblicazione.

“Dolores vivrà eternamente nella sua musica”, avevano scritto i the Cranberries in un comunicato all’indomani della morte di Dolores O’Riordan.

La band, nata nel 1990, aveva scalato le classifiche mondiali della musica, tanto da diventare vera e propria icona del rocke degli anni Novanta. Nel 2003 il gruppo irlandese si era sciolto, nel 2009 c’era stata una prima reunion per un tour tra Stati Uniti e Canada.

Da lì la band aveva deciso di provarci ancora. Dolores O’Riordan aveva giàrealizzato alcune registrazioni e il resto del gruppo ha scelto di condividere con chi ha saputo apprezzare e ammirare una delle voci più belle della storia della musica.

Ti potrebbe interessare
Musica / La crisi di Bono Vox: “Le canzoni degli U2 mi imbarazzano. Il nome della band? Mai piaciuto”
Musica / Luca Maris su MTV Germany
Musica / Nuovo record per i Maneskin: sono gli italiani più ascoltati al mondo
Ti potrebbe interessare
Musica / La crisi di Bono Vox: “Le canzoni degli U2 mi imbarazzano. Il nome della band? Mai piaciuto”
Musica / Luca Maris su MTV Germany
Musica / Nuovo record per i Maneskin: sono gli italiani più ascoltati al mondo
Musica / I Maneskin aprono il concerto dei Rolling Stones e infiammano Las Vegas
Musica / Fedez, spopola il video “Morire, morire” in cui viene pestato da fascisti e pugnalato da un prete
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Musica / Salmo: “Ecco perché ho fatto il concerto contro le regole. Fedez, mi stai sul c**zo”