Me
HomeSpettacoli

Moschettieri del Re, tutto quello che c’è da sapere sul nuovo film di Veronesi

La pellicola, che riprende in modo ironico la storia dei quattro eroi di Dumas, è stata candidata ai David 2019

Di TPI
Pubblicato il 2 Feb. 2019 alle 08:00 Aggiornato il 21 Feb. 2019 alle 15:31
Immagine di copertina

Moschettieri del Re | Cinema | Trama | Cast | Trailer | Curiosità

Giovanni Veronesi rivisita uno dei più grandi romanzi della letteratura francese e lo trasforma in una divertente commedia adatta per tutta la famiglia. Da giovedì 27 dicembre 2018, infatti, è uscito in tutti i cinema Moschettieri del Re – La penultima missione, il nuovo film del regista toscano con protagonisti Pierfrancesco Favino, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Valerio Mastandrea.

Girato in otto settimane nella splendida cornice di Matera (alcune scene però sono ambientate nel Palazzo Reale di Genova), Moschettieri del Re è stato scritto e sceneggiato da Veronesi e Nicola Baldoni. Il risultato è una vera e propria commedia in costume, con toni da fiaba, che si serve della forza narrativa del romanzo d’appendice di Dumas e lo mischia con l’ironia dei suoi protagonisti: invecchiati, arrugginiti, autoironici e per questo efficaci.

Moschettieri del Re è stato candidato ai David di Donatello 2019 per il Miglior acconciatore (Massimo Gattabrusi).

Moschettieri del Re | Trama

Il film di Veronesi riprende la storia dei quattro moschettieri usciti dalla penna di Alexandre Dumas: D’Artagnan (Pierfrancesco Favino), Athos (Rocco Papaleo), Aramis (Sergio Rubini) e Porthos (Valerio Mastandrea). Siamo nel ‘600: i quattro eroi sono visibilmente invecchiati e oggi hanno ruoli tutt’altro che all’altezza delle loro gesta passate.

Uno è un allevatore di bestiame con un accento francese alquanto sgrammaticato, un altro un castellano lussurioso, un altro ancora un frate pieno di debiti che non tocca le armi da anni e l’ultimo un locandiere ubriacone. Eppure, per amore della patria, dopo 20 anni dalle loro avventure vengono chiamati a indossare nuovamente i panni di moschettieri dalla regina Anna (Margherita Buy).

La Francia infatti è in pericolo, a causa del perfido Cardinale Mazzarino (Alessandro Haber) e della sua alleata Milady (Giulia Bevilacqua). Così i quattro eroi, attempati ma sempre a loro agio con spada e moschetto in mano, dovranno rimettersi in gioco e combattere per la libertà degli Ugonotti e per la salvezza del giovane Luigi XIV. Ad affiancarli, quattro destrieri (i cui nomi sono Uno, Due, Tre e Quattro), il loro fedele Servo muto (Lele Vannoli) e la bella Ancella (Matilde Gioli).

Un’avventura, condita da un turbine di momenti esilaranti, che potrebbe essere l’ultima missione per i quattro eroi. O forse, come si evince dal titolo della pellicola, la penultima.

Moschettieri del Re | Cast

Di seguito il cast completo del film Moschettieri del Re – La penultima missione.

  • Pierfrancesco Favino (D’Artagnan)
  • Valerio Mastandrea (Portos)
  • Rocco Papaleo (Athos)
  • Sergio Rubini (Aramis)
  • Margherita Buy (Regina Anna)
  • Allessandro Haber (Cardinale Mazzarino)
  • Giulia Bevilacqua (Milady)
  • Lele Vannoli (servo)
  • Matilde Gioli (ancella)
  • Valeria Solarino
  • Raffaele Vannoli
  • Antonino Iuorio
  • Roberta Procida
  • Luis Molteni
  • Claudio Corinaldesi
  • Nando Irene

Moschettieri del Re | Checco Zalone

Tra le firme di Moschettieri del Re compare anche il dissacrante Checco Zalone. Il comico pugliese, record di incassi con le sue ultime pellicole, in attesa di un nuovo lavoro come protagonista ha infatti accettato la proposta di Veronesi di firmare le musiche del film.

La colonna sonora originale di Moschettieri del Re è stata dunque composta dai Gratis Dinner, gruppo di Checco Zalone dall’emblematico nome: “Si chiamano così – ha dichiarato Veronesi in un’intervista a Repubblica – perché invitano sempre Luca (Zalone, ndr) a cena e lui non paga mai”.

La collaborazione tra Veronesi e Zalone è nata grazie a una cena organizzata a casa del produttore Pietro Valsecchi: “Mentre raccontavo la storia – ha raccontato Veronesi – Luca era sempre più interessato. Vuoi fare le musiche? ho chiesto. E lui: Scherzi? Non so se sono in grado. Due giorni dopo mi ha mandato un tema bello, fatto al pianoforte, firmato Checco Morrichino. In qualche modo Luca si sente il nipote di Ennio Morricone, ha scelto questo nome ridicolo in omaggio a lui”.

Tra le musiche di Moschettieri del Re figurano anche canzoni come Prisencolinensinainciusol di Adriano Celentano e Moschettieri al chiar di luna di Paolo Conte.

Moschettieri del Re | Regista | Giovanni Veronesi

Il regista di Moschettieri del Re, Giovanni Veronesi, torna dunque al cinema a un anno dal suo ultimo film, Non è un paese per giovani.

Sceneggiatore oltre che regista, Giovanni Veronesi è il fratello minore dello scrittore Sandro. Uno dei membri del cosiddetto “cinema toscano”, sviluppatosi negli anni Novanta, dopo i primi incarichi come sceneggiatore inizia a lavorare con Francesco Nuti.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Il primo film firmato come regista da Giovanni Veronesi è Maramao, del 1987. Per la sua seconda pellicola, Per amore solo per amore, vince il David di Donatello del 1994 come migliore sceneggiatura. Da allora avvia una ricca collaborazione con Leonardo Pieraccioni, mentre prosegue la sua attività di regista, specializzandosi in pellicole sulle problematiche sentimentali.

Di grande successo, nel 2003, il film Che ne sarà di noi, con Silvio Muccino e Violante Placido. Negli anni successivi, firma Manuale d’amore e il seguito Manuale d’amore 2- Capitoli successivi. Seguono Italians, Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso, Manuale d’amore 3, L’ultima ruota del carro e Una donna per amica.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Nel 2017 dirige Non è un paese per giovani, un film sull’Italia che scrive dopo la decisione del nipote di emigrare in Inghilterra per studiare. Un percorso troppo simile a quello di tanti giovani italiani del nostro tempo.

Moschettieri del Re | Trailer

Di seguito il trailer del film, al cinema dal 27 dicembre 2018.