Covid ultime 24h
casi +13.571
deceduti +524
tamponi +279.762
terapie intensive -26

È morto Franco Zeffirelli: aveva 96 anni

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 15 Giu. 2019 alle 13:03 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:52
0
Immagine di copertina

Franco Zeffirelli morto

Franco Zeffirelli morto – È morto il regista Franco Zeffirelli. Secondo quanto riportato dal quotidiano fiorentino La Nazione, Zeffirelli si sarebbe spento nella sua casa a Roma. Aveva 96 anni [chi era].

Una settimana fa aveva ricevuto l’estrema unzione. “Si è spento serenamente dopo una lunga malattia, peggiorata negli ultimi mesi”, riferiscono i famigliari.

Ancora da stabilire la data e il luogo dei funerali. Zeffirelli, molto legato alla sua città natale, Firenze, riposerà nel cimitero monumentale fiorentino delle Porte Sante. La camera ardente sarà allestita in Campidoglio a Roma.

Candidato all’Oscar nel 1968 con “Romeo e Giulietta”, nella sua lunga carriera il regista ha vinto numerosi premi, tra cui due Emmy Award, due David di Donatello e un Nastro d’Argento.

Tra i suoi più film più famosi anche “Gesù di Nazareth”, “Pagliacci”, “Amleto” e “Fratello sole, sorella luna”.

Tutti i capolavori di Franco Zeffirelli, il regista scomparso a 96 anni

“Il mondo della cultura e del cinema piangono la morte del maestro Franco Zeffirelli, un genio dei nostri tempi. Ho amato i suoi film. A nome mio e del Mibac (Ministero per i beni e le attività culturali, ndr) esprimo le condoglianze alla sua famiglia”, ha commentato su Twitter il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli.

“Non avrei mai voluto che arrivasse questo giorno. Franco Zeffirelli se ne è andato questa mattina. Uno dei più grandi uomini della cultura mondiale. Ci uniamo al dolore dei suoi cari. Addio caro Maestro, Firenze non ti dimenticherà mai”, twitta il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

“Ciao Franco, ciao Maestro. È stato un onore incontrarti”, scrive l’ex sindaco di Firenze ed ex premier, Matteo Renzi.

Franco Zeffirelli morto | Chi era

Franco Zeffirelli morto – Franco Zeffirelli è nato a Firenze il 12 febbraio 1923 da una relazione extraconiugale. Suo padre, un commerciante di stoffe, lo riconobbe formalmente solo nel 1942.

Chi era Franco Zeffirelli: la biografia

Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti a Firenze, iniziò a lavorare con il regista Luchino Visconti. Negli anni Cinquanta esordì come regista sia a teatro (a La Scala di Milano) sia al cinema.

Il successo internazionale arrivò tra il 1967 e il 1968 con due adattamenti cinematografici di opere di William Shakespeare: “La bisbetica domata” e “Romeo e Giulietta”, che gli valse una nomination come miglior regista agli Oscar.

In quegli anni Zeffirelli fu molto attivo a teatro, in particolare al Metropolitan di Londra, con numerose opere della tradizione teatrale italiana.

Nel 1976 si cimentò con la direzione di un film per la televisione, “Gesù di Nazareth”, che riscosse grande successo di pubblico.

Tra gli anni Ottanta e Novanta ancora molto teatro, soprattutto a La Scala di Milano e all’Arena di Verona. L’ultimo grande film per il cinema fu “Un tè con Mussolini”, nel 1999.

Zeffirelli era dichiaratamente omosessuale e tra le sue passioni spiccava il tifo per la squadra di calcio della Fiorentina. Politicamente orientato su posizioni vicine al centrodestra, tra il 1994 e il 2001 fu senatore di Forza Italia.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.