Marito muore per malasanità, la vedova chiede “750mila euro di risarcimento per mancanza di sesso”

"Se parliamo di diritti coniugali, varrebbe circa 3 milioni di dollari, era uno stallone italiano", ha aggiunto la suocera in difesa della giovane donna rimasta senza compagno

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 20 Feb. 2019 alle 19:11 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:20
0
Immagine di copertina
Jamie e Cara Finnegan.

Il marito è morto nel 2018 a causa di presunte cure sbagliate ricevute in ospedale e la moglie, vedova, ora ha deciso di chiedere un risarcimento al governo. È successo a Brisbane, in Australia, dove Jamie Finnegan colpito da una lesione cerebrale sarebbe rimasto invalido e la giovane consorte avrebbe chiesto “750mila euro (650mila sterline) per mancanza di sesso e per esaurimento nervoso”.

Morto per presunta malasanità, l’uomo ha lasciato la moglie con quattro figli da accudire. Secondo quanto riporta il Daily Mail anche la madre del marito di Cara Finnegan crede che la donna abbia diritto a un risarcimento dal governo: “Se parliamo di diritti coniugali, varrebbe circa 3 milioni di dollari, era uno stallone italiano”.

E ha aggiunto: “Deve allevare quei quattro figli da sola, non ha ricevuto denaro per allevare quei bambini. Pensa che Jamie voglia che i suoi figli vivano in povertà?”.

“Voglio che tutti reclamino, perché il Queensland Health non si è mai scusato. Hanno continuato a ferire mio figlio e a farlo soffrire”, ha concluso la nonna dei quattro bambini.

La famiglia avrebbe già ricevuto circa 6 milioni di euro (5,5 milioni di sterline) in seguito alla morte di Jamie Finnegan, ma la vedova ha deciso di chiedere altri soldi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.