Me

Scuolabus rovesciato a Padova, 7 bimbi feriti: l’autista si era dato alla fuga (è stato preso dai carabinieri)

Di Donato De Sena
Pubblicato il 17 Mag. 2019 alle 17:15 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:19

INCIDENTE SCUOLABUS PADOVA – È un incidente davvero singolare quello avvenuto oggi in provincia di Padova, precisamente nel comune di Arquà Petrarca, dove un pulmino con scolari a bordo, uno scuolabus si è rovesciato e subito dopo l’autista del mezzo si è dato alla fuga. Il conducente è andato via e 20 bambini sono rimasti, soli, impauriti all’interno del veicolo. Sette di loro sono rimasti feriti. I bimbi si trovano ora in ospedale a Schiavonia per essere curati. Fortunatamente nessuno dei piccoli si trova in gravi condizioni.

Incidente scuolabus Padova | Bimbi feriti

L’incidente è avvenuto in via Aganoor, nei tornanti del Sassonegro, sulla strada che da Baone porta ad Arquà Petrarca. Erano le 13.30. Il pulmino, mezzo della ditta Seaf, era guidato da un cittadino romano di 50 anni. L’uomo è stato rintracciato dai carabinieri due ore dopo.

Quando si è ribaltato lo scuolabus, l’autista è scappato senza soccorrere nessun bambino. Sono stati alcuni passanti a fermarsi e prestare i primi soccorsi ai bambini. Sul posto sono poi giunti anche i carabinieri, il 118 e i Vigili del fuoco. Il conducente lavorava da un mese per conto di questa ditta. Si ipotizza che potesse essere ubriaco. Stando alle testimonianze dei bambini, l’uomo stava viaggiando a tratti a zig zag, ed era particolarmente allegro.

Il conducente era l’unica persona adulta sullo scuolabus. Sul posto è giunto anche il sindaco di Arquà, Luca Callegaro, che poi si è diretto al pronto soccorso per sincerarsi delle condizioni dei bambini.

Autista in fuga nei campi

L’autista è fuggito in mezzo ai campi abbandonando il mezzo prima dell’arrivo dei soccorritori. È stato poi rintracciato lungo la strada regionale 10 dopo due ore da una pattuglia dei Carabinieri di Este Este. Alla vista dei militari dell’arma il ha tentato nuovamente la fuga ma è stato definitivamente bloccato.