Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Salute

Pescara, ragazzo di 21 anni muore per meningite fulminante

Immagine di copertina

Il primo maggio 2019 un ragazzo di 21 anni che lavorava in un supermercato di Montesilvano, in Abruzzo, è morto a causa di una meningite fulminante.

La notizia della morte del giovane aveva scatenato il panico a Città Sant’Angelo, tanto da costringere il sindaco ad intervenire sulla questione.

Meningite fulminante, morta una ragazza di 21 anni ad Arezzo

“Per evitare situazioni di confusione e panico immotivato si precisa che per ‘contatti ravvicinati‘ si intende un tipo di contatto abbastanza confidenziale e prolungato da poter permettere uno scambio di fluidi. Pertanto situazioni come quelle di un fugace incontro al supermercato o in altri locali pubblici non sono da considerare a rischio di contagio”.

Il giovane prima di morire era stato ad una serata in un locale di Pescara Vecchia, il Qube, che è stato chiuso in attesa di accertamenti. Per questioni di sicurezza, i ragazzi che si trovavano con lui sono stati invitati a sottoporsi a profilassi.

“I sanitari hanno attivato la profilassi di prevenzione per tutti coloro che hanno avuto contatto e frequentato il ragazzo nei 7-8 giorni antecedenti il decesso”, ha precisato il sindaco.

“Solo chi ha avuto contatto ravvicinato con Andrea deve recarsi presso la guardia medica del distretto sanitario di Città Sant’Angelo”.

“La possibilità del contagio, purtroppo, esiste”, è stato invece il commento riportato sui media locali dal medico della direzione sanitaria Asl.

“Ma va chiarito che il rischio è limitato alle persone che sono state in rapporto diretto nell’ultima settimana con il paziente. E mi riferisco a contatti diretti e prolungati”, ha proseguito il medico.

“Il meningococco è presente in un 15-20 per cento della popolazione, ma nella stragrande maggioranza dei casi non provoca conseguenze letali. Nel bacino dell’ospedale di Pescara, registriamo in media tre-quattro casi l’anno”.

Cos’è la meningite, quali sono i sintomi e come si riconosce e previene

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Fiorella Mannoia: “Contenta di essermi vaccinata? No, ma l’ho fatto per etica”
Cronaca / Il Codacons chiede la radiazione di Burioni dall’ordine dei Medici: “Affermazioni disgustose sui contrari al vaccino”
Cronaca / 7 morti e 4.743 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività sale al 2,7%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Fiorella Mannoia: “Contenta di essermi vaccinata? No, ma l’ho fatto per etica”
Cronaca / Il Codacons chiede la radiazione di Burioni dall’ordine dei Medici: “Affermazioni disgustose sui contrari al vaccino”
Cronaca / 7 morti e 4.743 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività sale al 2,7%
Cronaca / David Beckham interrogato dalla Guardia di Finanza ad Amalfi: i figli piccoli giravano su una moto d’acqua
Cronaca / La ragazza che ha ricevuto per sbaglio 6 dosi di vaccino: "Non mi danno il Green Pass"
Cronaca / Taranto, ragazza disabile abusata per due anni su un autobus: otto autisti indagati
Cronaca / Green Pass, obbligo in arrivo anche per i trasporti: le ipotesi
Cronaca / In Svizzera arriva la lotteria del vaccino: l’idea di un imprenditore di Zurigo
Cronaca / Siena: minorenne senza patente sbaglia a ingranare la marcia e travolge l’amica 16enne, che muore
Cronaca / Fauci: "La nuova ondata di contagi è tra i non vaccinati"