Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Meningite fulminante, morta una ragazza di 21 anni ad Arezzo

Immagine di copertina

Una ragazza di 21 anni, residente a Castelfranco Piandiscò, in provincia di Arezzo, è morta a causa di una forma fulminante di meningite da meningococco B.

Fin da ieri, lunedì 15 aprile, la ragazza aveva infatti la febbre molto alta, sopra i 39 gradi. Il suo medico le aveva prescritto il classico antipiretico, che in un primo momento sembrava aver fatto effetto. Nel corso della giornata, infatti, la febbre si era abbassata.

Il giorno dopo, però, la giovane si è svegliata con alcuni segni sulle gambe. “A questo punto – ha spiegato in una nota la Usl Toscana Sud Est – i familiari hanno chiamato il 118. Gli operatori sono arrivati in pochi minuti, ma hanno potuto solo constatare il decesso”.

Cos’è la meningite, quali sono i sintomi e come si riconosce e previene

I medici, a quel punto, hanno effettuato alcuni prelievi sul corpo della giovane. Gli esami hanno confermato quello che era sembrato palese ai medici, dopo aver visto i segni sulle gambe: si è trattato proprio di meningite da meningococco B.

A quel punto, è stata subito avviata la profilassi con i familiari, i nonni, gli zii, gli amici e tutti coloro che sono entrati in contatto con la ragazza negli ultimi giorni. Non soltanto nella zona di competenza della Usl Toscana Sud Est, ma anche in quella del Centro, visto che la 21enne lavorava in un locale di Figline.

Secondo quanto si apprende, la ragazza di Castelfranco Piandiscò era vaccinata per il meningococco C, ma non per il B. Il primo è un vaccino gratuito, il secondo, salvo che per i neonati, è a pagamento in compartecipazione, ma “le autorità sanitarie raccomandano sempre di sottoporsi anche a questa copertura”.

L’ultimo caso, in ordine di tempo, di meningite in Italia è avvenuto a gennaio 2019. In quell’occasione, un 15enne è morto a Roma. Il ragazzino non era vaccinato.

Meningite, a Roma è boom di vittime ma vaccinarsi è impossibile. La denuncia di una madre a TPI: “Sei mesi d’attesa per mia figlia”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Biella, va a fare il vaccino con un avambraccio in silicone: scoperto e denunciato
Cronaca / Covid, oggi 16.806 casi e 72 morti: tasso di positività al 2,5%
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Biella, va a fare il vaccino con un avambraccio in silicone: scoperto e denunciato
Cronaca / Covid, oggi 16.806 casi e 72 morti: tasso di positività al 2,5%
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / L’accademia della Crusca boccia lo schwa: “Rende tutto un mucchietto di parole”
Cronaca / Esclusivo TPI – Ancora ombre sulla gara per il cloud pubblico: “Incontri fra governo e Big Tech già nel 2020”
Cronaca / Galimberti a TPI: “Nella società dell’efficienza se non sei produttivo non esisti”
Cronaca / Covid, Ad Pfizer: “Probabile sia necessario un vaccino all’anno”
Cronaca / C’è una scuola che insegna a sbagliare: “Gli errori possono renderci migliori”
Cronaca / Terrorismo: arrestato a Venezia membro di una cellula dell’Isis
Cronaca / Covid, positivo un passeggero proveniente dall’Africa sul volo Roma-Alghero: 130 in quarantena