Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:56
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Vittorio Sgarbi attacca Fedez e Chiara Ferragni per l’appoggio alla legge contro l’omofobia: “È pedofilia di Stato”

Immagine di copertina
Credit: Ansa e social

Omofobia, Vittorio Sgarbi contro Fedez e Chiara Ferragni | VIDEO

Vittorio Sgarbi attacca Fedez e Chiara Ferragni per il loro appoggio alla proposta di legge con la transomofobia ostacolata in Senato da alcuni esponenti della Lega. Il rapper ha invitato in una diretta Instagram il parlamentare Alessandro Zan, promotore del testo della legge, per allargare il dibattito anche ai suoi follower più giovani. Nella campagna per approvare la legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo, insieme a numerosi artisti tra cui Elodie, Levante e Mahmood, si è unita anche Chiara Ferragni che ha lanciato un appello nelle sue storie Instagram.

Contro i Ferragnez è intervenuto Vittorio Sgarbi. Il parlamentare e sindaco di Sutri ha pubblicato su Facebook un video nel quale critica Fedez e Chiara Ferragni e l’impianto generale della legge: “È pedofilia di Stato. Quella legge punta a imporre ai bambini una visione distorta del sesso. Invece gli istinti dell’essere umano devono essere lasciati liberi. Ognuno può essere liberamente eterosessuale o omossessuale. Ma lo deve scegliere da solo, senza imposizioni. Invece tramite questa legge si vuole imporre una visione che punta a mettere sullo stesso piano gli orientamenti sessuali, punta a dire che essere omosessuali o eterosessuali è la stessa cosa. È una violenza, non è così. Massimo rispetto per tutti, ma sugli orientamenti sessuali non ci possono essere imposizioni di nessun tipo”.


Leggi anche: 1. Fedez in diretta Instagram col deputato Pd Zan: “Legge contro l’omofobia bloccata da senatore leghista”; // 2. Legge contro l’omofobia, Fedez attacca la Lega: “È una priorità” | VIDEO; // 3. Effetti collaterali del “Governo di tutti”: la Lega blocca la legge sull’omofobia (di Giulio Cavalli) // 4. Legge contro l’omofobia, Elodie contro il freno della Lega: “Indegni, non dovreste essere in Parlamento”; // 5. Omofobia, l’affondo di Levante a Pillon (Lega): “Non è mai tardi per iniziare una terapia che la aiuti”

Ti potrebbe interessare
Politica / La stoccata di Geppi Cucciari al ministro Sangiuliano e a TeleMeloni: “Applaudite, qua non possiamo coprire i fischi”
Politica / Il ministro Sangiuliano contestato, ma su Rai 1 i fischi si trasformano in applausi: i video a confronto
Politica / Il monito di Mattarella contro la "democrazia della maggioranza”
Ti potrebbe interessare
Politica / La stoccata di Geppi Cucciari al ministro Sangiuliano e a TeleMeloni: “Applaudite, qua non possiamo coprire i fischi”
Politica / Il ministro Sangiuliano contestato, ma su Rai 1 i fischi si trasformano in applausi: i video a confronto
Politica / Il monito di Mattarella contro la "democrazia della maggioranza”
Politica / Città contro campagna e il fattore banlieues: la mappa del voto in Francia
Politica / La lettera di Meloni a FdI: “Noi abbiamo fatto i conti con il fascismo, non c’è spazio per i nostalgici”
Politica / La lettera del ministro Sangiuliano: “Liliana Segre ha ragione sull’antisemitismo”
Opinioni / M5S: tre consigli a Giuseppe Conte
Politica / Ue, le destre non sono tutte uguali ma ora anche il Ppe può radicalizzarsi
Politica / “L’Italia tra neoliberismo e svolta autoritaria”: colloquio con Nadia Urbinati e Fabrizio Barca
Opinioni / La nuova destra di Giorgia Meloni è fondata sull’ambiguità