Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 06:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Legge contro l’omofobia, Fedez attacca la Lega: “È una priorità” | VIDEO

Fedez contro la Lega: “Mio figlio con gonna e rossetto? Nessun problema. Voglio uno Stato che lo tuteli” | VIDEO

Dopo Elodie anche Fedez si schiera a difesa della legge contro l’omofobia. Il rapper marito di Chiara Ferragni ha pubblicato diverse Stories su Instagram nelle quali attacca la Lega, e in particolare il senatore Simone Pillon che sta tentando di fermare la Ddl Zan.

“Questa mattina mi sveglio con le dichiarazioni del senatore Pillon che ci spiega il concetto di priorità – spiega Fedez su Instagram -. Vorrei entrare nel merito delle priorità del senatore e del Ddl Zan. Cos’è? È un disegno di legge che attua nuove misure di prevenzione e contrasto alla discriminazione e alla violenza per motivi fondati sul sesso, l’orientamento sessuale, l’identità di genere e la disabilità. In sostanza dà più diritti ha chi non ne ha. Nelle scorse settimane il senatore Pillon ha osteggiato l’approvazione“.

“Se vogliamo parlare di priorità facciamolo: vogliamo parlare di come sta gestendo la Lega il piano vaccinale in Lombardia? Oppure per lei la priorità era quando io e mia moglie abbiamo esortato a indossare le mascherine mentre il vostro leader (Salvini, ndr) andava in giro a fare assembramenti e a togliersi la mascherina per fare i selfie, o nel dire che Fedez è un personaggio blasfemo che uccide la nostra civiltà e non può fare appelli di questo tipo?”.

Fedez mostra anche un video del senatore Pillon al Family Day, il leghista parlava di “bambini maschietti costretti a truccarsi“. “Le dico una cosa da padre – replica a quel punto Fedez – mio figlio gioca con le bambole e la cosa non desta alcun tipo di turbamento in me. E non desterebbe turbamento neanche se un giorno dovesse avvertire l’esigenza di truccarsi, mettersi il rossetto o una gonna, perché ha il diritto di esprimersi come meglio crede. La cosa che mi destabilizzerebbe è sapere che vive in uno Stato che non tutela il suo sacrosanto diritto di esprimersi in piena libertà“.

Leggi anche: 1. Effetti collaterali del “Governo di tutti”: la Lega blocca la legge sull’omofobia (di Giulio Cavalli); // 2. Legge contro l’omofobia, Elodie contro il freno della Lega: “Indegni, non dovreste essere in Parlamento”

Ti potrebbe interessare
Costume / Come funziona il noleggio auto a lungo termine
Costume / Iris Apfel, i 100 anni della “starlet geriatrica” che ha rivoluzionato lo stile e la moda
Costume / Imparare a parlare inglese con l’accento della famiglia reale inglese
Ti potrebbe interessare
Costume / Come funziona il noleggio auto a lungo termine
Costume / Iris Apfel, i 100 anni della “starlet geriatrica” che ha rivoluzionato lo stile e la moda
Costume / Imparare a parlare inglese con l’accento della famiglia reale inglese
Costume / Sui social sembriamo una grande comunità e invece è solo solitudine di massa
Costume / “Donne lampadario” alla festa di compleanno di Diletta Leotta: scoppia la polemica
Costume / Buon Ferragosto 2021: le frasi e le immagini più belle di auguri da condividere
Costume / Alessandra Mussolini: “Sono una ragazza di sinistra”
Costume / San Lorenzo 2021: quando, dove e come vedere le stelle cadenti
Costume / San Lorenzo 2021, la notte delle stelle cadenti: le frasi più belle da dedicare
Costume / Il nuovo settimanale di The Post Internazionale