Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

I giovani dem criticano il programma del Pd per il Governo Draghi: “Mancano le idee”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 8 Feb. 2021 alle 16:17 Aggiornato il 8 Feb. 2021 alle 16:35
275
Immagine di copertina

I giovani dem criticano il programma del Pd per il Governo Draghi: “Mancano le idee”

L’associazione di giovani militanti del Partito democratico (Pd) InOltre-Alternativa Progressista ha criticato i vertici del Partito per il documento programmatico che presenterà al premier incaricato Mario Draghi sull’utilizzo dei fondi del Next Generation Eu, in cui ai giovani è dedicata solo un’esigua menzione. “Da augurarsi che sia una postilla, una bozza, un testo di appunti, perché se fosse il documento definitivo ci spiace rilevare con rammarico che è fin troppo generale e retorico”, si legge nel comunicato diffuso dall’Associazione poche ore prima che i dem tornino a consultarsi con l’ex presidente della Bce.

Ieri intanto il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha salutato la possibile partecipazione della Lega nella nuova maggioranza di governo come un buon risultato per i dem, perché il partito di Salvini avrebbe “dato ragione” agli europeisti. Ma per i giovani di Inoltre il problema si pone innanzitutto sui contenuti del documento stilato dal partito, che non si allinea con le priorità di “Piazza Grande”, l’iniziativa aperta alla base con cui Zingaretti si è presentato alle primarie del Pd nel 2018.

“A dicembre abbiamo consegnato un #PolicyPaper e un #ManifestoGenerazionale redatto con 30 associazioni di centrosinistra al quadro dirigente del partito per cercare di offrire degli spunti – recita la nota – A leggere il documento viene da dire, con lo spirito di massima e leale collaborazione che ci ha sempre contraddistinto fino ad oggi, che se mancano le idee forse è il caso di riorganizzarsi, rimettersi in ascolto delle parti sociali e delle associazioni. Piazza Grande doveva essere sinonimo di apertura, questo testo sembra il prodotto di uno sgabuzzino“.

“È preoccupante che la capacità di elaborazione dei circoli e dei dipartimenti sia stata strozzata a tal punto da produrre soltanto questo in una fase così delicata in cui i contenuti dovrebbero risaltare con maggior vigore”, aggiungono i militanti di Inoltre, e fanno notare che il paragrafo dedicato ai Giovani è “il più breve” del Documento programmatico. “Pd, così NON VA!”, concludono.

Piena partecipazione dei giovani alla vita culturale del Paese, investimenti in istruzione e ricerca con politiche per favorire l’occupazione nel breve e nel lungo periodo, digitalizzazione, sviluppo industriale, transizione ecologica che avranno “ricadute occupazionali a favore dei giovani”, questi alcuni dei punti contenuti nel documento programmatico del Pd, che però risultano ancora troppo vaghi. Per i giovani di Inoltre infatti quelli enunciati nel testo sembrano solo dei buoni propositi, ma il programma non si occupa di sviluppare la parte politica, che spieghi come s’intende raggiungere quegli obiettivi.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Leggi anche: 1. Ecco perché Renzi non farà con Draghi ciò che ha fatto con Conte (di S. Mentana) 2. La rosa di Mario Draghi: ai partiti chiederà politici soft e non divisivi (di Marco Antonellis) 3. Perché bisogna dire no a Draghi (di Alessandro Di Battista) 4. Il governo Draghi nasce sulla maggioranza giallorossa: per Salvini non c’è spazio (di Luca Telese) 5. “Governo con la Lega? Mai”: militanti del Pd scrivono a Zingaretti

275
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.