Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 07:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Consultazioni, il M5S: “Da Draghi rassicurazioni su Recovery e Mes”

Immagine di copertina

Secondo giro di consultazioni, Draghi incontra il M5S: la diretta live

CONSULTAZIONI M5S DIRETTA LIVE – Termina il secondo e ultimo giorno di consultazioni del premier incaricato Mario Draghi per la formazione di un nuovo governo: dopo aver incontrato tutte le forze politiche, infatti, il secondo giro di colloqui si è concluso alle 17,15 con il faccia a faccia tra l’ex presidente della Bce e la delegazione del M5S, composta dal garante Beppe Grillo, il reggente Vito Crimi e dai capigruppo di Camera e Senato, Davide Crippa ed Ettore Licheri. Di seguito, le parole della delegazione M5S dopo le consultazioni con Mario Draghi.

IL M5S INCONTRA DRAGHI: LA DIRETTA DELLE CONSULTAZIONI

Ore 18,55 – Crimi: “Ascoltate idee programma” – “L’interlocuzione con il presidente Draghi è proseguita. Abbiamo ascoltato dal presidente le idee sul programma, le riforme e gli ambiti su cui intende esercitare il programma di governo. Abbiamo trovato una serie di spunti sulle cose che avevamo già anticipato nelle precedenti consultazioni. La cosa più importante era che l’azione di governo avesse come pilastro la transizione ambientale ed energetica. Abbiamo insistito sulla creazione di un super ministero che si occupi di questa tematica. Abbiamo avuto rassicurazioni che si sta immaginando un assetto istituzionale che può prefigurare questo tipo di approccio, che sia un accorpamento o un coordinamento di altro tipo. Sul reddito di cittadinanza abbiamo avuto la rassicurazione che è necessario rafforzarlo. Altra parole chiave è investimenti attraverso i fondi del Recovery Fund. Il Recovery Plan partirà da quello che c’è già. Da lì bisogna partire e quindi nessuno stravolgimento come qualcuno avrebbe voglia di fare. Questi sono gli elementi chiave. Abbiamo affrontato anche il tema del Mes ed è stato molto chiaro anche su questo tema. Secondo Draghi non vi sono motivi per adottarlo. Faremo parlare i nostri iscritti come abbiamo sempre fatto, contiamo nell’intelligenza collettiva per fare gli interessi del Paese”. Lo ha dichiarato Vito Crimi, reggente del M5S, al termine delle consultazioni con il premier incaricato, Mario Draghi.

Ore 17,15 – Iniziato il colloquio tra M5S e Draghi – È iniziato nella Sala della Lupa a Montecitorio il faccia a faccia tra il presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi, e la delegazione del Movimento 5 Stelle.

consultazioni draghi m5s diretta

Ore 17,00 – M5S arrivato a Montecitorio – La delegazione del Movimento 5 Stelle, composta dal garante Beppe Grillo, il reggente Vito Crimi e dai capigruppo di Camera e Senato, Davide Crippa ed Ettore Licheri, è arrivata a Montecitorio per le consultazioni con il premier incaricato, Mario Draghi.

Governo: il calendario delle consultazioni di Mario Draghi

Dopo essere stato chiamato al Colle al fine di sbloccare la crisi di governo e aver accettato con riserva l’incarico conferitogli dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Mario Draghi ha subito dato il via a un giro di consultazioni, iniziate lo scorso 4 febbraio e terminate il 6 febbraio, volte alla formazione di un nuovo esecutivo.

Il premier incaricato, quindi, ha sondato la disponibilità dei partiti ad appoggiare un suo eventuale governo per poi iniziare, nel pomeriggio di lunedì 8 febbraio, un secondo giro di consultazioni, al termine delle quali Draghi dovrebbe sciogliere la riserva, accettando l’incarico e presentando al Capo dello Stato la lista dei ministri.

Nella giornata di lunedì 8 febbraio, Draghi ha incontrato i partiti cosiddetti minori, Gruppo Misto di Camera e Senato, Centro Democratico, +Europa e Azione, per poi proseguire gli incontri nella giornata di martedì 9 febbraio.

Prima del M5S, infatti, il premier incaricato ha incontrato il gruppo degli Europeisti, Leu, Italia Viva, Fratelli d’Italia, il Pd la delegazione di Forza Italia e quella della Lega.

Leggi anche: 1. La moltiplicazione dei pani, dei pesci e dei titoli derivati: Mario Draghi santo subito (di Alessandro Di Battista) / 2. La rosa di Mario Draghi: ai partiti chiederà politici soft e non divisivi (di Marco Antonellis) / 3. Il progetto di Beppe Grillo: un partito nuovo guidato da Giuseppe Conte

Ti potrebbe interessare
Opinioni / La pericolosa deriva degli ultras di Draghi: “Se cade Mario, vogliamo i militari”
Politica / “Fascisti, vergognatevi”: Fratelli d’Italia occupa l’Aula contro il Green Pass, bagarre alla Camera
Politica / “Se cade Draghi, governo militare”: Marcello Sorgi su La Stampa lo ha scritto davvero
Ti potrebbe interessare
Opinioni / La pericolosa deriva degli ultras di Draghi: “Se cade Mario, vogliamo i militari”
Politica / “Fascisti, vergognatevi”: Fratelli d’Italia occupa l’Aula contro il Green Pass, bagarre alla Camera
Politica / “Se cade Draghi, governo militare”: Marcello Sorgi su La Stampa lo ha scritto davvero
Politica / Giustizia, trovato l'accordo col M5S dopo una giornata di tensione in Cdm
Politica / Pesaro, manifestazione no vax sotto casa del sindaco. "Spaventate la mia famiglia, squadristi"
Politica / Green pass e vaccini, la doppia faccia di Salvini: populista in piazza e in tv, ubbidiente nel governo
Politica / Altro che unità nazionale: dalla giustizia ai vaccini, maggioranza più spaccata che mai
Politica / Mattarella: “Il vaccino è un dovere. La libertà è limitata dal virus, non dal Green Pass”
Politica / “Tra Nord e Sud differenze antropologiche”: rissa in tv tra Mastella e l’imprenditore lombardo
Politica / Malumore nel M5S per l’oltranzismo di Conte sulla giustizia, ma alla fine l’ex premier darà l’ok