Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:54
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

La Lega risponde alle accuse sul figlio di Arata, assunto da Giorgetti: “Persona preparata”

Immagine di copertina
Il sottosegretario alla Presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti, e l'imprenditore Paolo Arata

Fa discutere la notizia, circolata nella serata di venerdì 19 aprile 2019, dell’assunzione a Palazzo Chigi di Federico Arata, figlio dell’imprenditore Paolo Arata, indagato per concorso in corruzione con il sottosegretario leghista ai Trasporti, Armando Siri.

Secondo quanto dichiarato dal Corriere della Sera, infatti, Federico Arata ha firmato un contratto di consulenza con il Dipartimento programmazione economica di Palazzo Chigi. Con la mediazione del sottosegretario alla Presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti.

La Lega, tuttavia, è intervenuta subito a spegnere le polemiche, difendendo l’assunzione di Federico Arata. “Parlamentari e ministri della Lega – si legge in una nota del partito di Matteo Salvini – continuano a lavorare anche in questi giorni di festa. Non rispondono a polemiche e insulti che si sgonfieranno nell’arco di qualche ora. Federico Arata è persona preparata. Alleghiamo curriculum”.

Paolo Arata, il padre di Federico, oltre a essere coinvolto nell’inchiesta relativa a Siri, è indagato dalla Dia di Palermo per i suoi rapporti con Vito Nicastri, considerato molto vicino al superlatitante mafioso Matteo Messina Denaro.

Il suo coinvolgimento nell’indagine su Siri ha sollevato un polverone perché, secondo le opposizioni, rappresenterebbe la prova dei rapporti di Arata con la politica romana e soprattutto con la Lega.

Per questo motivo, sia Movimento Cinque Stelle che Pd hanno chiesto chiarezza.

“Se quanto riportato corrispondesse al vero – ha dichiarato il M5s in una nota – ci troveremmo di fronte a un vero e proprio caso. La domanda che, per una questione di opportunità politica, ci poniamo, è se Salvini fosse a conoscenza di tutto questo. Ci auguriamo e confidiamo che il leader della Lega sappia fornire quanto prima elementi utili a chiarire ogni aspetto. Non solo al M5S, con cui condivide un impegno attraverso il contratto di governo, ma anche ai cittadini.

Dura anche la presa di posizione del Pd: “Dopo le recenti rivelazioni, il presidente Giuseppe Conte non può nascondersi e ha il dovere di presentarsi in Parlamento per chiarire una vicenda che getta inquietanti ombre sul Governo. Le ipotesi di indagine della Magistratura sono gravissime e impongono al Governo di fare chiarezza”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Imola, bambina di 8 anni annega nella piscina di un hotel
Cronaca / Bolzano, spiavano col cellulare i vicini in camera da letto: denunciata coppia di 50enni
Cronaca / Cortina, si sgancia in partenza la cabina della funivia Tofana: paura a bordo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Imola, bambina di 8 anni annega nella piscina di un hotel
Cronaca / Bolzano, spiavano col cellulare i vicini in camera da letto: denunciata coppia di 50enni
Cronaca / Cortina, si sgancia in partenza la cabina della funivia Tofana: paura a bordo
Cronaca / Stadio Roma, il video del progetto del nuovo impianto. Gualtieri: “Unico”
Cronaca / Bambina di 8 anni violentata sessualmente: arrestato il vicino di casa
Cronaca / Torino, Siena, Parma: le tre università italiane che chiedono di riconoscere lo Stato di Palestina
Cronaca / Treni cancellati tra Calabria e Campania fino a venerdì: proseguono i lavori sulla linea Battipaglia-Sapri
Cronaca / Catanzaro, 24enne muore in auto. La Procura: “Uccisa dall’airbag Takata difettoso”
Cronaca / Naufragio di Cutro, la Procura di Crotone chiude l’inchiesta: “A giudizio 6 militari della Finanza e della Guardia Costiera. La strage si poteva evitare”
Cronaca / Carceri, l’associazione Antigone: “Mai così tanti detenuti da 11 anni. Anche i penitenziari minorili sono sovraffollati”