Me

Elezioni Europee Austria 2019 | Risultati in tempo reale

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 26 Mag. 2019 alle 23:34 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:58
Immagine di copertina

Elezioni europee Austria 2019 risultati | Risultato voto in tempo reale

Elezioni europee Austria 2019 risultati – I cittadini austriaci hanno diritto a eleggere 18 europarlamentari su 751. Alle urne sono stati chiamati circa 6,5 milioni di persone degli 8,9 milioni di abitanti.

Nel tardo pomeriggio di domenica 26 maggio, alla chiusura delle urne, sono stati resi noti i primi exit poll. In Austria, ha vinto Kurz (Oevp), calano liberali (Fpoe) ‘ex Strache’.

Wir haben gewonnen” (“noi abbiamo vinto”). È questo il grido vittorioso che si ode nelle sedi della OeVP. La Oesterreichische Volkspartei (OeVP), il partito popolare austriaco del ‘Kaiser’ Sebastian Kurz, ha vinto le elezioni europee in Austria con il 34,9 per cento (è già compreso il volo per corrispondenza) facendo così segnare un incremento del 7,9 per cento rispetto a cinque anni fa.

Le previsioni degli exit pool del pomeriggio vengono così confermate. I Popolari sono stati i più votati nello “schiacciato” territorio tra Germania ed Italia che va dal lago di Costanza fino a Vienna staccando di oltre dieci punti percentuali i socialdemocratici della SPOe (23,4 per cento) che registrano un leggero calo (-0,7 per cento) rispetto al 2014.

Terza forza politica la FPOe con il 17,2 per cento. Il partito liberale, populista ed euroscettico ha pagato lo scandalo dell’Ibiza-gate degli ultimi giorni costato la carica di vice cancelliere e leader del partito ad Heinz-Christian Strache.

Seguono i Verdi con il 14,0 per cento (-0,6 per cento), NEOS con l’8,7 per cento e KPOe (0,8 per cento). Nel Parlamento europeo la OeVP avrà 7 seggi (2 in più rispetto alla passata legislatura), la SPOe conferma i suoi 5, la FPOe da 4 scende a 3, i Verdi da 3 scendono a 2 e NEOS conferma il suo seggio.

Circa il dato della FPOe, seppur in calo, il segretario generale Harald Vilimsky ha detto che “questo dimostra quanto sia alto il nostro potenziale elettorale”.

Si attendeva qualcosa di più la SPOe che non ha beneficiato dello scandalo-Ibiza. Il vincitore è senza dubbio il cancelliere Kurz premiato dall’elettorato dopo una settimana molto intensa e soprattutto difficile.

Il video-scandalo risalente al luglio 2017, ma reso noto solo pochi giorni prima delle elezioni Europee, ritraeva Strache in un salotto di una villa di Ibiza dialogare e promette appalti ad Aljona Makarowa, sedicente nipote di un oligarca russo.

Un filmato che ha causato prima la rottura della coalizione di governo tra OeVP e FPOe, quindi la dimissione in blocco dei ministri della FPOe, ed infine la decisione di indire elezioni anticipate ai primi di settembre. Dell’ottimo risultato delle Europee, Kaiser Kurz dovrà fare tesoro.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Domani il cancelliere è subito atteso in Parlamento per la fiducia – tutt’altro che scontata – dopo la mozione di sfiducia presentata dal partito ‘Jetzt’. Se verrà sfiduciato sarebbe la prima volta nella storia per un cancelliere in carica.

> Se non visualizzi tutti gli ultimi aggiornamenti clicca qui

Ad aver partecipato alla tornata elettorale sono stati anche i cittadini che hanno compiuto i 16 anni di età che si siano iscritti alle liste elettorali entro il 12 marzo di quest’anno. L’Austria è l’unico paese dell’Unione Europea insieme a Malta che permette ai sedicenni di votare.

I dati disponibili finora – I risultati ufficiali delle elezioni sono attesi per domenica 26 maggio nella notte.

I temi – La campagna elettorale europea è stata in realtà oscurata dalla crisi di governo, iniziata dopo le dimissioni del vice cancelliere e leader del partito nazionalista e di destra populista Fpoe Heinz-Christian Strache. Le Europee, dunque, sono state più che altro un pretesto per parlare di politica interna e per testare la “salute” dei vari partiti in vista delle prossime elezioni politiche.

Elezioni europee Austria 2019 risultati | I partiti

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Sei partiti si sono contesi l’ingresso all’Europarlamento. Solo il partito che è riuscito a superare la soglia di sbarramento del 4 per cento, anche se per una questione tecnica si calcola che la quota possa essere del 5,6 per cento, approderà a Bruxelles.

I partiti principali – I partiti principali sono tre: il Partito Popolare, il Partito Socialdemocratico e il Partito delle Libertà.

Elezioni europee Austria 2019 risultati | I sondaggi 

Secondo i sondaggi, il partito che dovrebbe ottenere più voti è il Partito Popolare con il 30 per cento delle preferenze. Subito dopo dovrebbe piazzarsi il Partito Socialdemocratico con il 27 per cento e il Partito delle Libertà con il 23 per cento. Neos e Verdi dovrebbero ottenere l’8 per cento, mentre la lista Initiative 1 Europa dovrebbe rimanere fuori totalizzando appena l’1 per cento.

Elezioni europee Austria 2019 risultati | I risultati nel 2014

Nel 2014, il Partito Popolare è risultato essere il partito più votato con quasi il 27 per cento dei voti e 5 seggi assegnati. Il Partito Socialdemocratico ha ottenuto  il 24 per cento, con 5 seggi ottenuti, seguito dal Partito delle Libertà, fermo a quota 19 per cento con 4 seggi.

I Verdi, invece, hanno preso il 14 per cento, ottenendo 3 rappresentanti all’Europarlamento, mentre Neos si era fermato all’8 per cento con 1 seggio assegnato. Quattro partiti, Eu-Stop, Europa Differente, I Conservatori Riformisti e Alleanza per il Futuro dell’Austria, invece, hanno ottenuto meno del 3 per cento, rimanendo fuori del Parlamento europeo.

Elezioni europee Austria 2019 risultati | Sebastian Kurz

Sebastian Kurz (qui la sua biografia) è l’uomo chiave di queste elezioni europee in Austria. Capo del Partito Popolare, nel 2017 è arrivato all’apice della sua carriera vincendo le elezioni e diventando, così, il nuovo cancelliere austriaco ad appena 31 anni. Tuttavia per governare il paese, Kurz ha dovuto stringere un accordo di coalizione con il movimento di estrema destra Partito delle Libertà, guidato da Heinz-Christian Strache, nominato vice cancelliere.

Quest’ultimo il 18 maggio scorso ha rassegnato le dimissioni in seguito alla diffusione di un video che ha mostrato i legami del leader del partito di estrema destra con Mosca.

Questo ha portato a una crisi di governo e all’annuncio del presidente della Repubblica Alexander Van der Bellen di elezioni anticipate.

Sebastian Kurz, dunque, intende allargare il proprio consenso, sfruttando lo scandalo che ha coinvolto il Partito delle Libertà e tentando di pescare voti dal loro elettorato.

Le elezioni europee, dunque, sono un test per Kurz per verificare la propria forza elettorale e tentare di capire anche come muoversi in previsione delle politiche.

In Austria, infatti, è in vigore un sistema proporzionale puro e per governare da solo, Kurz dovrebbe ottenere il 50 per cento dei voti. Il cancelliere, dunque, molto probabilmente dovrà di nuovo allearsi con qualcuno per risalire al potere. Il test europeo dovrebbe dargli un’indicazione in questo senso.

elezioni-europee-austria-2019-risultati-vincitori

Elezioni europee Austria 2019 risultati | Partito Socialdemocratico

Anche per il Partito Socialdemocratico quello europeo è un test elettorale molto importante. Dopo diversi anni di governo, infatti, il partito dal 2017 si trova all’opposizione e da qualche mese ha anche una nuova guida: quella di Pamela Rendi-Wagner, eletta segretario nello scorso novembre.

Capolista alle europee, invece, è Andreas Schieder, già vicepresidente del partito e capogruppo nel parlamento austriaco.

Elezioni europee Austria 2019 risultati | Il post Strache

Gli occhi di tutti, però, sono puntati sul Partito delle Libertà. Dopo lo scandalo del video, che hanno portato alle dimissioni di Heinz-Christian Strache da vice cancelliere ma anche da segretario del partito di estrema destra che guidava da 14 anni, il Partito delle Libertà è ora in mano a Norbert Hofer, ministro dei Trasporti.

Il partito di estrema destra, alleato al Parlamento Europeo con la Lega nel gruppo Europa delle Nazioni e della Libertà, potrebbe subire un’emorragia di voti.

Il partito, il cui slogan è “Più Austria, meno Europa”, ha basato tutta la sua campagna elettorale sull’euroscetticismo e sul contrasto all’immigrazione. Inoltre Hofer ha promesso una radicale riforma dei trattati Ue. Obiettivo di Hofer è quello di limitare i danni in attesa di riorganizzarsi in vista delle politiche.

elezioni-europee-austria-2019-risultati-vincitori

Qui una serie di link utili sulle elezioni europee 2019:

• Quando si vota in Italia

• Come si vota: la guida al voto

• Quali sono i documenti da portare al seggio

• Chi sono i candidati di ogni partito

• Cosa dicono gli ultimi sondaggi elettorali

• Quali sono i gruppi politici del Parlamento Ue