Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Austria, crisi di governo: si va a elezioni anticipate

Immagine di copertina
Alexander Van der Bellen, presidente della Repubblica austriaca. Credit: ALEX HALADA / AFP

In Austria si terranno elezioni anticipate. Lo ha annunciato nella serata di sabato 18 maggio il presidente della Repubblica, Alexander Van der Bellen, dopo le dimissioni del vice-cancelliere e leader del partito nazionalista e di destra populista Fpoe, Heinz-Christian Strache.

Van der Bellen, esponente dei Verdi, ha usato parole di dura condanna per il video che ha portato alle dimissioni di Strache, da cui emergono i legami tra il vice cancelliere e la Russia. “L’Austria non è così”, ha dichiarato il presidente austriaco, stigmatizzando “l’intollerabile mancanza di rispetto ai cittadini”.

“È mio compito garantire stabilità al Paese e pensare solo al bene dell’Austria”, ha aggiunto Van der Bellen, augurandosi che sia fatta “piena luce” sui fatti.

Il commento del cancelliere Kurz – Sulla vicenda è intervenuto anche il cancelliere, Sebastian Kurz, leader del Partito popolare austriaco. “Quando è troppo è troppo”, ha osservato. “La Fpoe danneggia il nostro Paese” [chi è Kurz].

“Due anni fa mi ero presentato per cambiare l’Austria, dopo un lungo periodo di stallo e di litigi”, ha ricordato Kurz. “La Fpoe è stato l’unico partito disposto a governare con noi. Sapevo che non sarebbe stato facile”.

“Gli austriaci avevano votato per il cambiamento. In questi due anni abbiamo realizzato molto di quanto promesso da noi in campagna elettorale: la riduzione della pressione fiscale per chi lavora, la riduzione dell’indebitamento, la drastica riduzione dell’immigrazione clandestina”.

Il cancelliere si è augurato che gli austriaci possano tornare “al più presto” al voto. “Ho chiesto al presidente della Repubblica di convocare il prima possibile elezioni anticipate”, ha spiegato. “Non ci sono alternative, con la Fpoe una collaborazione è impossibile, i socialdemocratici non condividono le nostre posizioni e gli altri partiti sono troppo piccoli”.

“Voglio lavorare per l’Austria senza scandali”, ha concluso Kurz. “In questi due anni o dovuto mandare giù molto, anche se non ho sempre preso pubblicamente parola, per portare avanti le riforme”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti