Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Chi è Heinz-Christian Strache, l’ex vice cancelliere con legami con la Russia

Immagine di copertina
Heinz-Christian Strache. Credit: HELMUT FOHRINGER / AFP

Strache Austria – Il 18 maggio il vice cancelliere Heinz-Christian Strache ha rassegnato le sue dimissioni aprendo così una crisi di governo.

Strache è stato allontanato dall’Esecutivo dopo la diffusione di un video che mostra i legami  il leader del partito di estrema destra con Mosca.

Crisi di governo in Austria: si dimette il vice-cancelliere

Chi è l’ormai ex vice cancelliere?

Nato a Vienna il 12 giugno 1969, Heinz-Christian Strache è il leader del Partito della Libertà Austriaco (FPÖ), membro del parlamento austriaco e consigliere comunale a Vienna.

Dal 18 dicembre 2017 è vice cancelliere dell’Austria nel governo del cancelliere Sebastian Kurz e a gennaio è stato nominato anche ministro del Servizio civile e dello sport.

Prima di approdare in politica, Strache ha svolto la professione di odontotecnico. Nel 2004, ha sostituito Hilmar Kabascome come leader del partito di estrema destra FPÖ di Vienna ed è stato poi eletto segretario del Partito della Libertà Austriaco il 23 aprile 2005.

Grazie alla sua leadership, nel settembre 200 FPÖ ottiene un importante successo alle elezioni federali anticipate ottenendo il 17,5 per cento dei voti e conquistando così 34 seggi.

Nel 2013, in occasione del successo alle elezioni nazionali, Strache ha cercato di riunire in un unico blocco  tutti i partiti euroscettici di destra, ottenendo l’appoggio di Lega Nord, Front National, Partij voor de Vrijheid e Vlaams Belang.

Il 28 gennaio 2016 ha rappresentato a Milano il suo partito e l’Austria all’ENF, il convegno “Un’altra Europa è possibile”.

Il partito intanto è cresciuto a livello nazionale, tanto che nelle elezioni legislative del 2017 FPÖ ha ottenuto il 26 per cento delle preferenze, che gli hanno garantito 51 seggi al Parlamento e la possibilità di entrare nel governo guidato da Sebastian Kurz in qualità di vice cancelliere.

Chi è Sebastian Kurz, il cancelliere austriaco più giovane al mondo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Putin: “L’Occidente usa il popolo ucraino come carne da macello. Kiev è su un percorso suicida“
Esteri / Fenomeno Corea: ecco perché i fan del pop sudcoreano stanno dilagando anche in Occidente
Esteri / Cina: ecco come funzionerà il nuovo sistema di credito sociale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Putin: “L’Occidente usa il popolo ucraino come carne da macello. Kiev è su un percorso suicida“
Esteri / Fenomeno Corea: ecco perché i fan del pop sudcoreano stanno dilagando anche in Occidente
Esteri / Cina: ecco come funzionerà il nuovo sistema di credito sociale
Esteri / Italia, Giappone e Regno Unito sviluppano un nuovo aereo da guerra: sarà più potente degli F-35
Esteri / Proteste in Iran, la denuncia dei medici: “Le donne vengono colpite al volto, al seno e ai genitali”
Esteri / L’Europa si appresta a varare le regole sull’idrogeno verde: ecco perché le lobby sono già in agitazione
Esteri / Libera la cestista statunitense Brittney Griner: scambio di prigionieri con la Russia
Esteri / Iran, primo manifestante giustiziato dall'inizio delle proteste
Esteri / Putin rilancia l’allarme nucleare e ammette: “L’operazione in Ucraina potrebbe essere lunga”
Esteri / Caos in Perù: il Parlamento destituisce Castillo dopo il tentativo di sciogliere l’assemblea. Il presidente arrestato