Me
HomePolitica

I documenti per votare alle Elezioni Europee 2019: tessera elettorale e carta d’identità o altri

Di Donato De Sena
Pubblicato il 25 Mag. 2019 alle 07:24 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 02:01
Immagine di copertina

Documenti per votare Elezioni Europee 2019 | Tessera elettorale | Carta d’identità

Domenica 26 maggio 2019 in Italia si vota in un’unica giornata per le Elezioni Europee e, come spesso accade, non tutti gli elettori intenzionati a recarsi ai seggi sono bene informati su quali documenti sono necessari per votare.

Qui riportiamo tutte le informazioni dettagliate per non sbagliarsi ed evitare problemi nella sezione elettorale.

Seggi elettorali Europee 2019: orari di apertura | Dove voto?

Documenti per votare | Elezioni Europee 2019

Come accade ad ogni tornata elettorale, anche per votare alle Europee 2019 (ed ovviamente alle Amministrative, se nel vostro Comune si vota anche per il rinnovo del Consiglio comunale) è opportuno presentarsi ai seggi con la propria tessera elettorale e un documento di riconoscimento come la carta d’identità.

Va però precisato che la carta d’identità non è certamente l’unico documento di riconoscimento utilizzabile.

Al seggio può infatti essere presentato anche un altro documento di riconoscimento con fotografia rilasciato dalla Pubblica Amministrazione. L’elenco è lungo. Si può votare presentando patente di guida, patente nautica, passaporto, libretto di pensione, porto d’armi.

Altre soluzioni sono poi la tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia (che dev’essere munita di fotografia e convalidata da un Comando militare) e la tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale (anche in questo caso necessariamente munita di fotografia).

Se poi manca il documento di identificazione, il riconoscimento del votante può avvenire anche attraverso uno dei membri del seggio che conosca personalmente l’elettore e ne attesti l’identità o attraverso un altro elettore del comune, noto al seggio e provvisto di documento valido, che ne attesti l’identità. Se avviene ciò, il presidente del seggio avverte l’elettore delle pene stabilite per chi afferma il falso, per chi concorre all’ammissione al voto di chi non ne ha diritto o all’esclusione di chi ne ha diritto.

Per ogni dubbio è consigliabile consultare tutte le informazioni aggiornate disponibili sul sito del Ministero dell’Interno, nella sezione dedicata alle Elezioni Europee e Amministrative 2019.

Europee 2019, come votare per non annullare la propria scheda: gli errori da evitare

Documenti Elezioni Europee 2019 Tessera elettorale

La tessera elettorale è il documento ufficiale con il quale i cittadini italiani possono esercitare il diritto al voto. È valida per 18 consultazioni e rilasciata dall’ufficio elettorale del comune di residenza, cioè del comune nelle cui liste elettorali l’elettore risulta iscritto.

Chi non ne è in possesso in possesso può ritirarla presentandosi all’ufficio elettorale munito di documento di identità in corso di validità. Di solito per i duplicati delle tessere elettorali gli uffici comunali restano aperti tutta la giornata nei giorni a ridosso delle elezioni ed anche nel giorno della votazione per tutta la durata delle operazioni di voto.

Documenti Elezioni Europee 2019 Carta d’identità

La carta d’identità è ovviamente il documento principale di identificazione dei cittadini italiani e il più utilizzato per il riconoscimento ai seggi: viene rilasciata dal comune di residenza o di dimora.

Elezioni europee, come evitare una denuncia penale nel giorno del voto: ecco le condotte vietate

Dentro il Rojava, guerra di Siria