Coronavirus, l’appello del sindaco di Milano Sala: “Basta con gli aggiornamenti quotidiani dei contagi, creano ansia”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 27 Mar. 2020 alle 15:05
245
Immagine di copertina
Il sindaco di Milano, Beppe Sala. Credits: Facebook

Coronavirus, Sala: “Basta aggiornamenti quotidiani sui contagi, solo ansia”

Da qualche giorno si stanno sollevando diverse richieste circa la possibilità di dire basta agli aggiornamenti quotidiani sul numero di contagi e morti a causa del Coronavirus in Italia: l’ultimo, in ordine di tempo, a chiederlo a gran voce è stato stamattina il sindaco di Milano, Beppe Sala. In un video postato sui suoi canali social, infatti, il primo cittadino ha proposto – citando anche ciò che ha chiesto il professor Silvio Garattini, fondatore dell’Istituto di ricerche farmacologiche “Mario Negri”- di dare quelle cifre “ogni tre o quattro giorni”.

Il motivo? Innanzitutto perché la nota che la Protezione civile legge ogni giorno in diretta nella conferenza stampa delle 18, per forza di cose, è un bollettino di guerra. Con numeri altissimi, che non fanno che aumentare, che “rischiano di creare solo ansia tra la gente”, ha ricordato Sala. “Ogni sera – ha aggiunto il sindaco di Milano – tutti stiamo ad aspettare davanti alla tv i dati su diffusione della pandemia. Ci si concentra di più su contagi. Paradossalmente quello è un dato ufficiale ma non vero, perché tutti gli scienziati sostengono che la diffusione è forse dieci volte tanto e noi non sappiamo nemmeno quanti tamponi sono stati fatti e a chi”.

Sala ha inoltre aggiunto che non si sa “a quale livello di contagi potremo considerarci pronti a tornare alla normalità” e questo è un altro dei motivi per cui, a suo avviso, non è più necessario comunicare ogni giorno i dati sulla diffusione del Coronavirus in Italia. Infine, al termine del video, c’è spazio anche per un annuncio: “Ho chiamato Andrea Bocelli – ha confessato Sala – e l’ho invitato a venire a Milano in Duomo il giorno di Pasqua, d’accordo con la Chiesa milanese e farà un concerto solo, non avrà pubblico ovviamente. Canterà musiche sacre, che saranno trasmesse in streaming in tutto il mondo”.

Il consiglio di Samantha Cristoforetti per affrontare la quarantena: “Organizziamoci lo spazio”

Leggi anche:

1. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata / 2. G7, Trump vuole chiamare il Coronavirus “virus di Wuhan”. Gli altri stati: “Inaccettabile” / 3. L’Italia dice no alla bozza Ue. Conte: “10 giorni per trovare una soluzione”

4. Armani converte la produzione di moda in camici per i medici  5. Al via il bando della Protezione Civile per una task force di 500 infermieri volontari / 6. Cambia nuovamente il modulo per l’autocertificazione: ecco il nuovo modello

7. La bufala del decreto intercettazioni approvato in piena emergenza Coronavirus che sta girando su Whatsapp / 8. Le rivelazioni dei medici dell’ospedale Villa Scassi a Genova: “Costretti a lasciar morire i pazienti” / 9. L’intervista impossibile al Coronavirus: tutte le domande che vorreste fare al Covid-19 (e le sue risposte)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

245
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.