Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

Quando Calenda diceva: “Non farò mai il sindaco di Roma, neanche morto” | VIDEO

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 19 Ott. 2020 alle 10:41 Aggiornato il 15 Nov. 2020 alle 15:31
3.9k

L’ex ministro per lo Sviluppo Economico e leader di “Azione” Carlo Calenda si è ufficialmente candidato a sindaco di Roma. Dopo settimane di indiscrezioni è arrivata l’ufficialità durante la puntata di Che Tempo Che Fa, su Rai 3: “E’ una grande avventura: la farò”. Ora Calenda è sulla cresta dell’onda per le prossime comunali, ma solo due anni fa non la pensava allo stesso modo. In un incontro pubblico del 17 febbraio 2018 l’ex ministro affermava: “Io sindaco di Roma? Neanche morto. A parte che mi piacciono altre cose… Se utilizzassi il lavoro fatto sul tavolo Roma per candidarmi sarei un cialtrone e quindi non lo farò”.

2018: “Sindaco? Neanche morto”

Si trattava di un’iniziativa su Roma con il premier Paolo Gentiloni e Francesco Rutelli e, ripreso in un video dalle telecamere di Cristina Pantaleoni di Repubblica.it, il leader di Azione ribadiva più volte di “non avere nessuna intenzione di fare il sindaco della Capitale”. 

2020: la candidatura

Oggi, a due anni di distanza, Calenda cerca invece alleati per la sua candidatura: “La posizione del Partito democratico? – ha detto ieri sera a Che Tempo che fa – Non posso parlare per loro. Partecipiamo a un tavolo con tutte le forze di centrosinistra, auspico in un loro largo appoggio, perché ne abbiamo bisogno. Roma è una vera megalopoli, ci sono tante esperienze civiche fondamentali per rimettere in moto la Capitale. Cercherò in tutti i modi di mettere insieme una squadra molto larga. Perché il Pd dovrebbe appoggiare la mia candidatura? Devono farlo se pensano che io sia la persona adatta per governare Roma”.

“Io – ha continuato Calenda – sono un socialdemocratico liberale: un valore importante che mette insieme la necessità di preservare la libertà dell’uomo e la cura affinché la società segua e non venga strappata al progresso economico. Il buon governo rimane una questione gigantesca per l’Italia e ancora più enorme per Roma. La politica è arte di governo: gli italiani devono riscoprirlo”. Cambiare idea nel giro di due anni? Ebbene, la Capitale fa fare anche questo.

Leggi anche: 1. Roma, Calenda ha registrato il sito calendasindaco.it / 2. Luciano Nobili di Italia Viva a TPI: “Calenda il miglior candidato sindaco per Roma” / 3. Calenda vuole candidarsi a sindaco di Roma (non col Pd): l’indiscrezione / 4. Tutti a litigare su Virginia Raggi, ma nessun partito ha delle proposte serie per risollevare Roma (di G. Cavalli) / 5. Massimo Giletti: “Io candidato sindaco di Roma del centrodestra? Non smentisco” / 6. Calenda contro Giletti: “Usa il ruolo di giornalista per promuovere candidatura, da Bielorussia”

TUTTE LE NOTIZIE SULLE ELEZIONI COMUNALI DI ROMA 2021

3.9k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.