Bonus Inps, il consigliere lombardo Alex Galizzi (Lega): “Uno sconto sui soldi che ho versato, non mi sento in colpa”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 14 Ago. 2020 alle 11:45 Aggiornato il 14 Ago. 2020 alle 18:08
1.5k
Immagine di copertina

Bonus Inps, il consigliere leghista Alex Galizzi: “L’ho preso, non mi sento in colpa”

Alex Galizzi, consigliere leghista in Regione Lombardia, è uno dei circa 2mila amministratori che ha richiesto all’Inps il bonus Covid per le partite Iva. Ad ammetterlo è lui stesso in una comunicazione ufficiale inviata all’Ansa, in cui sostiene di non averlo detto prima perché non ricordava di aver presentato domanda. “Il mio socio mi ha appena confermato che anche noi come società abbiamo ricevuto il bonus, io stesso avevo dato l’ok per richiederlo, era una cosa che avevo accantonato dalla mia mente”, sottolinea il consigliere leghista.

Galizzi – che in Regione è anche vicepresidente della commissione speciale Antimafia, anticorruzione, trasparenza e legalità – aggiunge: “Credo che non ci si possa accorgere solo oggi che le cose in questo paese non sono giuste: se così volevano bastava mettere un limite sul reddito dell’anno precedente e problemi non ce ne sarebbero stati. Da sempre tutti ci lamentiamo che nei palazzi non si producono norme adeguate e poi proprio chi le ha congeniate vuole rinnegare chi le utilizza… Assurdo! Quando hai un’attività i problemi e le spese sono tante, Regione Lombardia non ha vitalizi né previdenza sociale”.

Il consigliere rincara la dose in una intervista al Corriere della Sera: “Non mi sento in colpa per aver ricevuto uno sconto da Inps sui soldi che verso ogni anno”.

Ma il partito non ha apprezzato la scelta di Galizzi di fare richiesta del Bonus Inps. Il capogruppo leghista al Consiglio regionale lombardo, Roberto Anelli, ha definito la mossa del consigliere “una grande ingenuità” e un’azione che non doveva fare perché “c’è tanta gente che ha sofferto e che sta ancora soffrendo”. “Ci atteniamo a quello che decide Matteo Salvini per i casi già emersi nelle altre Regioni: chi ha percepito il bonus sarà sospeso”, ha assicurato invece il segretario della Lega Lombarda, Paolo Grimoldi.

Leggi anche: 1. Bonus Inps, l’audizione del presidente Tridico alla Camera | DIRETTA 2. La deputata Lega che ha chiesto il bonus Inps a marzo lo definiva “un’elemosina da 600 euro” | VIDEO 3. Bonus Inps, il leghista Dara si difende: “Non sapevo nulla, i 600 euro chiesti da mia madre”

4. Bonus Inps, il leghista Bocci e quelli che “è sempre colpa dei commercialisti” (di Selvaggia Lucarelli) 5. Furbetti del bonus: perché non credo alla teoria dello scandalo pilotato da Tridico e M5S (di L. Telese)

1.5k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.