Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Bonus Inps, è Marco Rizzone il deputato M5S che l’ha preso: Crimi lo sospende

Immagine di copertina
Il deputato Marzo Rizzone. Credit: Facebook

È Marco Rizzone il deputato del M5S che ha chiesto e ottenuto il bonus Inps da 600 euro per l’emergenza Coronavirus. Lo ha reso noto nella serata di oggi, giovedì 13 agosto, il capo politico reggente dei Cinque Stelle, Vito Crimi, annunciando anche che Rizzone sarà sospeso dal movimento.

“In relazione alla vicenda del bonus da 600 euro, destinato a partite Iva, lavoratori autonomi e professionisti, ho deferito il deputato Marco Rizzone al Collegio dei Probiviri chiedendone la sospensione immediata e massima severità nella sanzione”, dichiara in una nota Crimi.

Si completa così l’elenco dei tre cosiddetti “furbetti del bonus Inps”, ossia dei tre parlamentari che hanno chiesto e ottenuto il contributo a fondo perduto varato dal governo a marzo per andare incontro ai liberi professionisti in difficoltà a causa del lockdown.

Gli altri due “furbetti” sono i leghisti Elena Murelli e Andrea Dara, sospesi ieri dal Carroccio. Marco Rizzone, genovese, 37 anni, è alla sua prima legislatura da deputato. Laureato in mercati finanziari, sul sito della Camera viene presentato come imprenditore nel settore Ict/turismo. Alle spalle ha un’esperienza in Cina.

Il nome del pentastellato è stato reso pubblico a poche ore dall’audizione del presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, davanti alla Commissione Lavoro della Camera, fissata per domani alle 12. Dopo il via libera del Garante della Privacy, Tridico domani in audizione farà i nomi dei deputati che hanno ottenuto il bonus.

Ai tre che l’hanno ottenuto, si aggiungono due altri deputati che hanno chiesto il contributo senza ottenerlo. Secondo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, si tratterebbe di un altro onorevole del Movimento Cinque Stelle e di un collega di Italia Viva.

Leggi anche: 1. La deputata Lega che ha chiesto il bonus Inps a marzo lo definiva “un’elemosina da 600 euro” | VIDEO / 2. Bonus Inps, il leghista Dara si difende: “Non sapevo nulla, i 600 euro chiesti da mia madre” / 3. Bonus Inps, il leghista Bocci e quelli che “è sempre colpa dei commercialisti” (di Selvaggia Lucarelli) /4. Furbetti del bonus: perché non credo alla teoria dello scandalo pilotato da Tridico e M5S (di L. Telese)

Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, FdI: “Nessun veto sul ritorno di Matteo Salvini al Viminale”
Politica / Meloni a Zelensky: “Pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino”
Politica / Lega: “Pieno mandato a Salvini”. Il Carroccio punta sui ministeri dell’Interno e dell’Agricoltura
Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, FdI: “Nessun veto sul ritorno di Matteo Salvini al Viminale”
Politica / Meloni a Zelensky: “Pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino”
Politica / Lega: “Pieno mandato a Salvini”. Il Carroccio punta sui ministeri dell’Interno e dell’Agricoltura
Economia / Centrodestra, con il primo decreto torna il condono: è il secondo in meno di due anni
Economia / Totoministri, venti di recessione: Meloni punta sul tecnico Panetta all’Economia
Politica / Lampedusa, il vicesindaco leghista diserta la commemorazione per i migranti: “Solita passerella”
Politica / Maria Elena Boschi: “Cambiare la Costituzione? Pronti a discuterne”
Politica / Governo, Meloni: “Troppe scadenze, facciamo presto. Io draghiana? Nessun inciucio, transizione ordinata”
Politica / Roma, bollette in fiamme davanti alla sede di Cassa Depositi e Prestiti: “Lo Stato tassi gli extraprofitti” | VIDEO
Politica / 3 ottobre 2013: a nove anni dal naufragio di Lampedusa l’accoglienza è ancora un’emergenza