Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Cosa c’è dietro la scelta del Vaticano di introdurre un corso di esorcismo per i preti

Immagine di copertina
Credit AFP/ GIULIO NAPOLITANO

La Chiesa cattolica ha deciso di lanciare un corso intensivo di una settimana per addestrare i preti nell'arte dell'esorcismo e sull'approfondimento del satanismo

La scorsa settimana il Vaticano ha rivelato un nuovo piano per gestire il crescente aumento delle richieste di esorcismi.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il programma lanciato dalla Chiesa prevede un corso intensivo di una settimana per formare i preti nell’arte dell’esorcismo e per approfondire le tematiche legate al satanismo.

Secondo USA Today, i casi di possesso demoniaco negli ultimi anni in Italia sono triplicati: il Vaticano riceve quasi mezzo milione di chiamate all’anno.

L’esorcismo è una pratica riconosciuta dal diritto canonico della Chiesa cattolica e può essere celebrato solo con un permesso concesso dal Vescovo e soltanto all’interno della chiesa.

L’Associazione internazionale degli esorcisti, riconosciuta dal Vaticano, fondata nel 1990, ha concesso la licenza a oltre 200 membri in tutto il mondo.

L’esorcista e sacerdote italiano Beningo Palilla ha annunciato il programma formativo a Radio Vaticana, sostenendo che il campo di addestramento dell’esorcista ha come obiettivo principale quello di “offrire una riflessione ricca ed articolata su un argomento a volte sottaciuto e controverso”.

Il sacerdote ha detto che ci sono circa 500mila casi che richiedono esorcismi in Italia ogni anno e ha collegato la recente crescita della domanda all’aumento di casi “di persone pronte a recarsi dai maghi, dalle fattucchiere, da chi legge le carte ed i tarocchi. Così facendo si apre la porta al demonio. E alla possessione”.

La conferenza di una settimana affronterà i temi più scottanti, dice Palilla: “Dalle sette legate al satanismo alla loro storia di liberazione dal loro possesso”.

Massima sarà l’attenzione rivolta alla distinzione tra i casi considerati di possessione diabolica e quelli legati a patologie psichiatriche.

Ma dato che il fenomeno è in forte impennata, Palilla ha sottolineato che la necessità di sacerdoti più preparati che possano diagnosticare con precisione il problema di un presunto possesso ed essere in grado di agire di conseguenza è fondamentale.

“Un esorcista autodidatta potrebbe facilmente fare errori” sostiene il prete. E ha aggiunto:”Noi sacerdoti, molto spesso, non sappiamo come affrontare casi di possedimenti demoniaci. Nella preparazione del sacerdozio, non parliamo di queste cose”.

Il corso si svolgerà ad aprile a Roma, presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e in aggiunta si terranno anche corsi sul satanismo e lezioni per capire come liberare le persone possedute dal demonio.

L’obiettivo è quello di formare un numero sufficiente di preti in grado di gestire la crescente domanda dei fedeli.

Anche in Francia la richiesta di esorcisti è aumentata vertiginosamente secondo The Economist, ma la Chiesa cattolica ha trascurato la formazione in materia per i preti e si è verificato il fenomeno degli “appaltatori indipendenti” non riconosciuti dal Vaticano, ma che comunque hanno risposto alla domanda del pubblico improvvisandosi esorcisti.

La pratica dell’esorcismo viene affidato a sacerdoti dotati di particolare equilibrio psichico e spirituale.

L’interesse al rituale si riaccese in seguito alla proiezione nel 1973 del film L’esorcista diretto dal regista William Friedkin.

Dopo il film l’arcidiocesi di Chicago, negli Stati Uniti, fa sommersa di richieste tanto che la Chiesa dovette nominare esorcisti per rispondere alle esigenze.

Anche papa Giovanni Paolo II aveva sottolineato l’importanza della pratica e papa Benedetto XVI, nel settembre del 2005, durante il congresso dell’Associazione italiana degli esorcisti pronunciò un messaggio di incoraggiamento a “proseguire nel loro importante ministero a servizio della Chiesa, sostenuti dalla vigile attenzione dei loro vescovi e dalla incessante preghiera della comunità cristiana”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI