Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Cancellata “per errore” dal Comune di Roma, dopo le proteste dei cittadini viene restaurata la scritta del 1948

Ritorna al suo splendore la scritta “VOTA GARIBALDI” alla Garbatella. Il reperto viene restaurato dopo la cancellazione per errore da parte Decoro urbano del Comune di Roma avvenuta qualche giorno fa: la scritta era stata infatti scambiata per un atto vandalico.

Il presidente dell’VIII Municipio di Roma, Amedeo Ciaccheri, ha commentato così il ripristino della scritta: “Un fatto importante che dedichiamo alla memoria di Tina Costa”.

La dedica del mini sindaco è per la storica partigiana romagnola Tina Costa, scomparsa proprio il 20 marzo a 93 anni, dopo una breve ma fulminante malattia. Sempre in prima linea per valori, memoria storica e diritti civili, ha ricordato spesso il ruolo della donna durante la Resistenza ed era un punto di riferimento per l’Anpi romano.

Roma, scritta storica scambiata per un atto vandalico: il Comune cancella reperto del 1948. Il Presidente dell’VIII Municipio di Roma a TPI: “Vergognoso”

La scritta “Vota Garibaldi lista n.1” resisteva dal 1948 su un muro di via Basilio Brollo, nel quartiere Garbatella di Roma, ed era una tra le testimonianze murarie più vecchie della città.

La sua cancellazione aveva sollevato diverse polemiche e una nuova pioggia di critiche contro la sindaca della Città Eterna, Virginia Raggi. Anche il critico Vittorio Sgarbi si era scagliato contro questo “atto di inciviltà”. Anche lui infuriato per la mancanza di rispetto nei riguardi della memoria storica, in un’intervista al Foglio ha dichiarato: “Faccio il critico da una vita ma non ricordo nulla di così assurdo”.

scritta garbatella restaurata

Grazie alla pressione dei cittadini e all’impegno del Municipio VIII, la scritta è stata ripristinata e inaugurata nuovamente il 20 marzo. La copertura giallastra del Decoro urbano del Comune di Roma è stata rimossa ed è stata ripulita la scritta che fa riferimento alle elezioni politiche italiane del 1948, quando Partito Comunista Italiano e Partito Socialista Italiano si presentarono in una lista unica, denominata Fronte Democratico Popolare, avente come simbolo il volto di Garibaldi.

Accanto alla scritta, rimane la targa che ne espone l’importanza storica. Quella targa che è stata totalmente ignorata dal Decoro urbano comunale.

> La scritta “Vota Garibaldi” appare in altri quartieri di Roma”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI