Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Salvini vuole reintrodurre il grembiule obbligatorio a scuola, ma presidi e studenti sono contrari

Salvini grembiule
Credit: Gianluca Costantini

Matteo Salvini, vicepremier leghista e ministro dell’Interno, vuole reintrodurre il grembiule obbligatorio a scuola, ma la maggioranza di presidi e studenti è contraria.

“Abbiamo appena reintrodotto l’educazione civica a scuola e vorrei che tornasse anche il grembiule, per evitare che vi sia il bambino con la felpa da 700 euro e quello che ce l’ha di terza mano perché non può permettersela”, ha detto Salvini nei giorni scorsi durante un comizio a San Giuliano Terme, in provincia di Pisa.

Salvini vuole reintrodurre il grembiule a scuola: “Un paese migliore si costruisce con ordine e disciplina”

“Sento già chi griderà allo scandalo ed evocherà il duce, ma un paese migliore si costruisce anche con ordine e disciplina”, ha aggiunto il leader della Lega, prevedendo le polemiche.

I presidi, infatti, si schierano contro la proposta. Secondo Antonello Giannelli, presidente dell’Anp, l’associazione nazionale presidi, “l’emergenza è un’altra”: “Abbiamo solai e i controsoffitti delle scuole che andrebbero monitorati, ogni settimana c’è un crollo”, fa notare il rappresentante dei dirigenti scolastici.

“A volte si tratta di fatti lievi, a volte cadono interi pezzi di soffitto: è questa una cosa molto urgente su cui intervenire e poi, se costa mettere a posto le situazioni, non costa quasi nulla fare le verifiche”.

Torna l’educazione civica a scuola: la Camera vota sì

“Un monitoraggio andrebbe fatto subito”, insiste Giannelli. “Questa è l’emergenza numero uno. Finora su questo fronte non è stato fatto nulla, non mi è arrivata alcuna segnalazione in tal senso dalle scuole”. “Invece si pensa a prendere le impronte digitali ai presidi, una misura che costerà 100 milioni di euro e che potrebbero essere dedicati ad altro”. “Reintrodurre il grembiule nelle scuole è possibile, ma non mi sembra questa la questione fondamentale”.

La proposta di Salvini sulla reintroduzione del grembiule obbligatorio a scuola non piace nemmeno agli studenti. Da un sondaggio condotto su circa mille di loro dal sito Skuola.net emerge che il 52 per cento degli alunni è contrario. “Come essere umano ho il diritto di scegliere come vestirmi, e di esprimere me stessa in ciò che indosso o faccio”, è il commento di una delle ragazze intervistate.

Il 28 per cento degli studenti è, invece, d’accordo con Salvini, mentre il 20 per cento si dice indifferente all’argomento.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI