Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Roma, incendio Tmb Salaria. La nube nera invade il centro della città: “Chiudete le finestre” | VIDEO

L'avviso ai cittadini: "Tenete le finestre chiuse. Non fate uscire i bambini"

Di TPI
Pubblicato il 11 Dic. 2018 alle 11:54 Aggiornato il 11 Dic. 2018 alle 11:59
0

Roma, è allarme in città dopo l’incendio che si è sviluppato nel Tmb di via Salaria. “Questa notte dalle 4 si è propagato un incendio nell’impianto di via Salaria 981” ha spiegato su Facebook il il presidente del Municipio IV di Roma Giovanni Caudo.

L’incendio è “particolarmente grave” e ha dato vita a un fumo denso che si sta propaga nell’aria. “Al momento la nube si dirige lontana dalle case ma l’odore acre di bruciato si sente nelle diverse aree del municipio. Per precauzione l’asilo a ridosso dell’impianto è chiuso”.

Roma incendio Tmb Salaria

Roma, incendio Tmb Salario. Il racconto dei residenti: “Siamo murati in casa” | VIDEO

I vigili del fuoco “ci hanno avvisato che non ci sono allarmi da nube tossica. Per precauzione comunque invito la cittadinanza a tenere le finestre chiuse con particolare attenzione alle scuole che invitiamo anche a non far uscire i ragazzi in cortile”.

Il presidente del IV Municipio invita inoltre le persone che hanno difficoltà respiratorie ad evitare di uscire all’aria aperta.

Roma, incendio Tmb Salaria. Il sindacalista Ama: “Non conosciamo causa esplosione, ma possiamo immaginarla”

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha intanto fatto appello a “tutte le città del Lazio” e alle altre regioni per collaborare in questo momento soprattutto alla vigilia di Natale per risolvere temporaneamente e nel minor tempo possibile questa situazione” dei rifiuti.

La Procura di Roma ha comunicato di aver aperto un’indagine in relazione al rogo che è divampato nella notte all’interno del Tmb Salario. A quanto si apprende, il pm Carlo Villani, che è già titolare di un fascicolo sull’impianto per il reato di inquinamento ambientale e attività di rifiuti non autorizzata, in mattinata si è recato sul luogo dell’incendio.

Attualmente, secondo gli inquirenti, risulta ancora prematuro stabilire se la natura del rogo sia dolosa o colposa. La Procura attende anche le informative delle forze dell’ordine.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.