Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Cosa è successo il 9 settembre nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Di TPI
Pubblicato il 9 Set. 2016 alle 17:53
0
Immagine di copertina

Corea del Nord: Pyongyang ha condotto con successo il suo quinto test nucleare innescando un’esplosione di intensità maggiore a quella della bomba atomica sganciata su Hiroshima. Il test precedente, avvenuto in gennaio, aveva spinto il Consiglio di sicurezza dell’Onu a imporre ulteriori sanzioni sulla Corea del Nord, aumentandone l’isolamento, ma queste non hanno sortito l’effetto di persuadere il paese a interrompere lo sviluppo di armi nucleari. Pronte le espressioni di condanna e preoccupazione da parte della comunità internazionale, in particolare la vicina Corea del Sud, il Giappone, gli Stati Uniti e la Cina, unico alleato diplomatico di rilievo del regime di Pyongyang.

Francia: tutte le persone rimaste bloccate da ieri pomeriggio su una cabinovia del Monte Bianco sono state tratte in salvo stamattina all’alba. Circa 110 persone erano rimaste intrappolate nelle cabine dell’ovovia che collega due cime della montagna a oltre tremila metri di altitudine dopo che, intorno alle 16:30, tre cavi si erano attorcigliati, probabilmente a causa del forte vento in quota, causando il blocco della funivia. Quattro elicotteri erano inizialmente riusciti a portare in salvo 65 delle persone rimaste sospese nelle cabine, mentre alcune erano state evacuate durante la notte usando delle corde, quando la scarsa visibilità non ha più consentito l’uso dei mezzi aerei. Una trentina di persone, incluso un bambino, ha passato la notte all’interno delle cabine prima di essere ricondotte a terra.

Spagna: almeno quattro persone sono rimaste uccise in Spagna quando il treno sul quale viaggiavano è deragliato. È accaduto intorno alle nove e mezza di questa mattina in Galizia, nel nord del paese. L’incidente sarebbe avvenuto all’altezza della stazione, dove i binari curvano leggermente. Il treno, sul quale viaggiavano circa 60 passeggeri, stava percorrendo la tratta Vigo e Oporto, in Portogallo. Il deragliamento è avvenuto in località O Porriño. Il primo vagone è uscito completamente dai binari mentre i due seguenti solo parzialmente. Oltre alle quattro vittime, incluso il macchinista del treno, sono rimasti feriti 49 passeggeri.

Siria: il gruppo islamista Jabhat Fateh al-Sham, precedentemente noto come Jabhat al-Nusra, braccio siriano di al-Qaeda, ha reso noto via Twitter che uno dei suoi comandanti militari è rimasto ucciso in un raid aereo nella provincia di Aleppo. Il comandante Abu Hajer al-Homsi, noto come Abu Omar Sarakeb, è stato ucciso nel corso di un raid che ha colpito il suo nascondiglio nel villaggio di Kafr Naha, durante una riunione del gruppo a cui non era presente il leader Abu Mohammad al-Jolani. Inoltre, è circolata la voce che anche un secondo comandante, Abu Muslim al-Shami, fosse rimasto ucciso nello stesso raid, ma la notizia non è stata confermata. Il gruppo non è stato in grado di indicare la nazionalità dei jet che hanno condotto l’attacco, ma alcune fonti indicano che potrebbe essersi trattato dell’aeronautica americana. Infatti, Jabhat Fateh al-Sham è tra gli obiettivi della coalizione guidata dagli Stati Uniti.

Francia: la polizia francese ha arrestato in una stazione ferroviaria di un piccolo paese trenta chilometri a sud di Parigi tre giovani donne radicalizzate che stavano probabilmente preparando “un nuovo e imminente attacco violento”. L’arresto delle donne è collegato al ritrovamento nella notte tra sabato 3 e domenica 4 settembre di un’auto senza targa con a bordo sette bombole di gas parcheggiata nei pressi di Notre Dame. Secondo fonti vicine alle indagini, la principale sospettata, una ragazza di 19 anni figlia del proprietario del veicolo, aveva giurato fedeltà all’Isis e voleva raggiungere la Siria.

Iran: l’agenzia Onu per l’energia atomica (AIEA) ha annunciato che la Repubblica islamica dell’Iran sta rispettando i termini indicati nell’accordo sul nucleare. A poco più di un anno dallo storico raggiungimento di un punto d’intesa fra il governo di Teheran e le sei potenze mondiali sullo spinoso programma nucleare, l’Iran sembra aver mantenuto la sua promessa. Il rapporto dell’Aiea visionato in maniera del tutto confidenziale dall’agenzia di stampa Reuters – che ha reso noto alcuni punti cruciali del report giovedì 8 settembre – non ha rilevato alcuna violazione commessa dal governo di Teheran. 

Italia: marinai ucraini sono assoldati dalle gang criminali dei trafficanti di esseri umani per pilotare barche dove salgono migranti facoltosi, che pagano fino a 8mila dollari per essere trasportati in sicurezza sulle coste europee. Il fenomeno, in forte crescita, è stato denunciato dalle autorità italiane dopo una serie di arresti. L’ultimo, avvenuto martedì 6 settembre, quando la Guardia Costiera ha arrestato due marinai di professione di nazionalità ucraina, che pilotavano una nave con 50 uomini pakistani a bordo. Gli uomini della Guardia Costiera, dopo gli accertamenti, hanno scoperto che i marinai lavoravano su una nave che batte bandiera turca ed erano salpati dalla Turchia in direzione delle coste pugliesi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.