Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » News

L’Italia darà al Niger il 40 per cento dei suoi fondi di assistenza per l’Africa

Immagine di copertina

Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Alfano. L'esercito italiano sarà impegnato già nei prossimi mesi in una missione militare in Niger

Il ministri degli Esteri Angelino Alfano ha annunciato venerdì 5 gennaio che l’Italia destinerà al Niger il 40 per cento dei fondi suoi fondi di assistenza per l’Africa.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’annuncio è arrivato da Niamey, capitale del Niger, in cui Alfano si trova per l’inaugurazione della prima ambasciata italiana nella regione del Saleh.

Ieri, nell’ambito di questo viaggio istituzionale, il ministro degli Esteri aveva incontrato il presidente del Niger Mahamadou IssoufouI.

Dal 15 al 26 gennaio partecipa al TPI Journalism Workshop con i migliori giornalisti italiani. Scopri come

L’esercito italiano sarà impegnato già nei prossimi mesi in una missione militare in Niger, che prevede non soltanto attività di peacekeeping, ma che ha come obiettivi anche la lotta al traffico di esseri umani e al terrorismo internazionale.

Secondo fonti confermate dal governo, fino al mese di giugno il contingente italiano dovrebbe essere comporto da 120 militari, per poi salire fino a 470, non impiegati però contemporaneamente.

La media annuale dovrebbe essere infatti di “circa 250 soldati”.

Il Niger è uno dei cinque paesi della regione del Sahel, insieme a Mali, Ciad, Burkina Faso e Mauritania, ad aver costituito una forza congiunta anti-terrorismo per affrontare la minaccia jihadista che affligge questi paesi da anni.

L’anno scorso, l’Unione europea ha stanziato più di 50 milioni di euro per finanziare questo corpo militare.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Ucraina, Onu: “I negoziati per fermare la guerra sono ancora lontani”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia schiera missili ipersonici a Kaliningrad
Esteri / Siccità in tutto il mondo: piogge artificiali e razionamenti non bastano
Ti potrebbe interessare
Esteri / Ucraina, Onu: “I negoziati per fermare la guerra sono ancora lontani”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia schiera missili ipersonici a Kaliningrad
Esteri / Siccità in tutto il mondo: piogge artificiali e razionamenti non bastano
Esteri / Nuova Zelanda, comprano valigie all’asta e trovano i resti di due bambini
Esteri / Sanna Marin scatenata ad un party: la premier finlandese travolta dalle polemiche
Esteri / L'esercito israeliano chiude sei Ong palestinesi etichettate come terroriste: "Attacco alla libertà"
Esteri / La Germania sta finendo il gas e i costi ricadono sui consumatori
Esteri / Kabul, forte esplosione in una moschea: almeno tre morti e decine di feriti
Esteri / Usa, spara nell’appartamento della vicina perché infastidita dal pianoforte: arrestata infermiera
Esteri / La Cina invierà truppe in Russia per esercitazioni militari congiunte