Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Massimo Gramellini: “La denuncia dei pompieri contro Salvini? Ecco cosa penso”

Immagine di copertina
Massimo Gramellini e, a destra, Matteo Salvini con la divisa da pompiere.

L'editorialista del Corriere dice la sua dopo la denuncia del sindacato Usb contro il ministro dell'Interno

“Mi auguro che la denuncia per porto abusivo di casacca, presentata contro il Salvini pompiere da un sindacato dei vigili del fuoco, possa rientrare al più presto in guardaroba”.

A scriverlo, nella sua rubrica quotidiana sul Corriere della Sera, è Massimo Gramellini, con riferimento alla denuncia presentata dal sindacato Usb dei Vigili del Fuoco contro il ministro dell’Interno.

Una frase che però nasconde una forte carica di ironia, come lo stesso Gramellini precisa poco dopo. Perché sarebbe meglio che il sindacato non desse seguito alla denuncia?

Non perché l’iniziativa sia sbagliata in sé, ma perché, secondo l’editorialista del Corriere, “la vita dell’indossatore istituzionale è già abbastanza infernale così”.

Leggi anche: Il sindacato dei pompieri denuncia Salvini: “Non può mettere la nostra divisa in pubblico”

Gramellini passa quindi ad elencare i “numerosi panni” vestiti da Salvini nella sua quotidianità, istituzionale e non solo.

“La mattina si infila il camice da bidello sopra il pigiama per accompagnare i figli a scuola, lo copre con un giubbotto da ausiliario del traffico per trovare parcheggio e vi aggiunge un grembiule spruzzato di farina per compiacere il panettiere che gli prepara le pizzette con cui poserà in uno dei suoi selfie commestibili”.

Quanto all’attività istituzionale, l’editorialista del Corriere cita le numerose divise indossate (o indossabili) dal vicepremier: non solo quella dei pompieri, ma anche quella della polizia e perché no, un gilet giallo, o una tuta da operaio.

Per non parlare delle felpe, vero marchio di fabbrica del ministro dell’Interno: “Possiede felpe per tutte le occasioni: grigia, se c’è da incontrare un banchiere; mimetica, se c’è da incontrare un migrante”.

Gramellini conclude quindi il suo Caffè in maniera ancora più sardonica, sottolineando come a Salvini ogni tanti capiti di “incontrare se stesso, ma è tale la sorpresa che non sa mai cosa mettersi”.

Leggi anche: Perché Salvini è il migliore a comunicare e come fare per sconfiggerlo

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI