Congresso delle Famiglie, Fontana smentisce i 5 Stelle: “Nessuna revoca a patrocinio”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 20 Mar. 2019 alle 19:44 Aggiornato il 20 Mar. 2019 alle 19:51
0
Immagine di copertina

Sul Congresso mondiale delle Famiglie che si terrà a Verona a fine marzo arriva il chiarimento definitivo: “non è stata avanzata alcuna richiesta di revoca del patrocinio”. A dichiarare la posizione del governo sull’evento è il ministro leghista della Famiglia, Lorenzo Fontana, durante il question time alla Camera.

> Tutto quello che c’è da sapere sul Forum Mondiale delle Famiglie

Il patrocinio del governo al Congresso delle Famiglie è dunque confermato. Viene apparentemente così risolta la spaccatura che si era creata negli scorsi giorni tra gli alleati di governo sul tema: mentre la Lega aveva da subito appoggiato il Congresso, il M5S ne aveva invece preso le distanze.

“Questo è un tema che non dovrebbe essere divisivo, come la tutela della famiglia, della maternità, dell’infanzia e della paternità'”, ha detto il ministro Fontana. Aggiungendo poi: “Vorrei chiarire alcune notizie, prive di fondamento. Il mio orientamento, quale ministro di questo governo è stato ed è quello di concedere il patrocinio. È un orientamento che intendo confermare, così come intendo confermare la mia presenza all’evento”.

A chiedere un chiarimento sulla questione in aula è stato il deputato di Fratelli d’Italia, Marcello Gemmato. “Mi ritengo soddisfatto della risposta, ma lei è in minoranza all’interno di questo governo. Per esempio Luigi Di Maio, capo politico del M5S, ha dichiarato che a Verona andrà ‘la destra degli sfigati’; il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Vincenzo Spadafora ha detto che il patrocinio del governo sarebbe fuori dal tempo, e che sarebbe stato ritirato. Rispetto a questo ritengo che la voce del governo dovrebbe essere più forte”, ha attaccato il deputato FdI.

> Congresso delle Famiglie, M5s all’attacco della Lega: “Sfigati”

Le critiche arrivano da tutte le parti politiche, anche la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, dopo aver ascoltato le precisazioni del ministro Fontana a Montecitorio, si è infatti espressa contro il Movimento 5 Stelle: “Il patrocinio del governo al convegno mondiale sulla famiglia di Verona non è stato revocato. Un fatto vergognoso, che conferma la loro totale inconsistenza, ma soprattutto ci preoccupa visto l’estremismo di Fontana e dei suoi sostenitori nei confronti dei diritti in generale, e verso quelli delle donne in particolare”, ha sottolineato Brignone.

Il Congresso delle Famiglie si avvicina e le polemiche sono sempre più aspre.

> Congresso delle Famiglie: tutti i relatori

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.