Covid ultime 24h
casi +17.012
deceduti +141
tamponi +124.686
terapie intensive +76

Tav, gli industriali querelano Di Battista per l’intervista da Fazio

Di Daniele Nalbone
Pubblicato il 9 Mar. 2019 alle 12:35
0
Immagine di copertina

Alessandro Di Battista querelato dagli industriali. La notizia, confermata direttamente a TPI da Confindustria Piemonte, era nell’aria.

Nel mirino dell’Unione industriale di Torino, di Ance Piemonte, di Confindustria e di altre realtà “produttive” del Nord-Ovest l’attacco portato avanti dall’esponente M5s durante l’intervista a Che tempo che fa, da Fabio Fazio.

Di Battista negli studi Rai ha parlato chiaramente di “tangenti da restituire” per la grande opera e di “infiltrazioni della criminalità organizzata”.

Era il 20 gennaio scorso e lo scontro sul Tav con la Lega era alle porte. Di Battista ha scelto la solita strada: sparigliare. Attaccare tutto e tutti. Ma stavolta l’attacco indiscriminato potrebbe costargli caro.

La querela depositata parla chiaramente di “offesa subita” in quanto si considerano “destinatarie dell’offesa” e ritengono “tali dichiarazioni gravemente lesive della loro reputazione”.

Per questo ora chiedono un intervento della magistratura “volto alla tutela della loro reputazione e al riconoscimento della valenza diffamatoria delle affermazioni di Di Battista”.

“Io non ho le prove”, disse Di Battista da Fazio, “ma ricordo quando due esponenti della ‘ndragheta furono intercettati e dissero ‘adesso ci tocca fondare un comitato Sì tav'”.

Pochi minuti dopo, rincarò la dose: “Il problema del Tav per qualcuno non è se si farà o meno. Il problema è che quel qualcuno si è già steccato qualche tangente e qualora l’opera dovesse essere bloccata sarà costretto a mettersi le mani in tasca”.

Nel mirino dell’esponente M5s le “consulenze”, il nuovo modo, a suo dire, di “chiamare le tangenti”.

“La corruzione oggi si chiama consulenza. Le bustarelle non sono più di moda”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.