Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

Nuova Carta d’identità elettronica obbligatoria a partire da Gennaio 2019: che cos’è, come richiederla e quanto costa

Tutto quello che c'è da sapere sulla nuova carta d'identità elettronica, obbligatoria a partire da gennaio 2019

Di Antonio Scali
Pubblicato il 19 Feb. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 27 Feb. 2019 alle 16:45
0
Immagine di copertina
La nuova carta d'identità elettronica da gennaio 2019.

Carta identità elettronica obbligatoria a Gennaio 2019 | Come farla | Costi | Cos’è e come funziona | Rilascio | Carta d’identità elettronica numero

CARTA IDENTITÀ ELETTRONICA Da Gennaio 2019 addio alle vecchie carte d’identità. Diventa infatti obbligatoria la nuova carta d’identità elettronica (CEI). Usata già in molti altri Paesi, è una sorta di evoluzione del classico documento in versione cartacea.

Si tratta di un tesserino munito di microchip in policarbonato, simile a una carta di credito ma dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza in cui sono memorizzati i dati del titolare.

La nuova carta identità elettronica è obbligatoria e ha un costo fisso dovuto alla sua realizzazione e alla spedizione (vedi tutti i dettagli sotto). Ovviamente tutte le carte d’identità classiche ancora in corso di validità resteranno utilizzabili fino alla loro scadenza.

Nuova carta d’identità elettronica | Cos’è

La nuova carta d’identità elettronica è un “documento personale che attesta l’identità del cittadino, è realizzata in materiale plastico di forma rettangolare dalle dimensioni di una carta di credito, dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza che memorizza i dati del titolare, di foto stampata a laser per garantire la contraffazione, sul retro riporta il codice fiscale a barre”, si legge sul sito del comune di Roma.

“La carta d’identità elettronica è un documento multifunzionale che, oltre all’impiego ai fini dell’identificazione, può essere utilizzata per richiedere una identità sul sistema SPID (Sistema pubblico di identità digitale), al fine di garantire l’accesso ai servizi erogati dalle Pubbliche amministrazioni”.

Inoltre la CIE è un documento di viaggio valido in tutti i paesi appartenenti all’Unione Europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi.

La durata del documento varia in base alla fascia d’età di appartenenza:

– 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
– 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
– 10 anni per i maggiorenni.

Il rinnovo può essere richiesto a partire dal 180esimo giorno precedente la scadenza e gli interessati sono invitati ad avanzare da quel momento la richiesta di rinnovo per evitare un’eccessiva concentrazione di richieste in prossimità del termine di scadenza delle vecchie carte d’identità.

Carta identità elettronica obbligatoria | Quanto costa: i costi e la validità

Il costo è pari a 16,79€ (esclusi i diritti fissi e di segreteria, ove previsti) e comprende anche le spese di spedizione. La carta elettronica ha una validità che varia in base all’età del titolare: 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni, 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni, 10 anni per i maggiorenni (come espresso nell’elenco qui sopra).

Carta identità elettronica obbligatoria | Come richiederla e ottenerla

La nuova Carta identità elettronica si può richiedere alla scadenza della propria, oltre che in caso di smarrimento, furto o deterioramento presso il Comune di residenza o di domicilio.

Al Comune occorre presentare una propria fototessera. Una volta fatta la richiesta, la carta sarà spedita direttamente al cittadino che la riceverà entro sei giorni.

Nuova carta identità elettronica | Cosa contiene | Carta d’identità elettronica numero

A differenza di quella attuale, la foto è in bianco e nero e stampata al laser: un modo per garantire una maggiore resistenza alla contraffazione. • Carta d’identità elettronica numero – La carta presenta inoltre un numero seriale, detto numero unico nazionale, composto da tre lettere e cinque numeri.

Questi, nel dettaglio, tutti gli elementi contenuti nella carta identità elettronica:

Fronte carta identità elettronica:

  • Numero unico nazionale (es., CA00000AA)
  • Comune di rilascio del documento
  • Cognome
  • Nome
  • Luogo e data di nascita
  • Sesso
  • Statura carta
  • Cittadinanza
  • Data di emissione
  • Data di scadenza
  • Immagine della firma
  • Card Access Number – CAN (sei caratteri numerici in OCR-B)
  • Eventuale annotazione in caso di non validità per l’espatrio

Retro carta identità elettronica:

  • Cognome e nome dei genitori (nel caso di un minore)
  • Codice fiscale
  • Estremi dell’atto di nascita
  • Indirizzo di residenza
  • Comune di iscrizione AIRE (per i cittadini residenti all’estero)
  • Codice fiscale sotto forma di codice a barre (in Code 39)
  • Machine Readable Zone – MRZ (tre righe di trenta caratteri alfanumerici in OCR-B)

La carta, oltre che come documento di riconoscimento, serva anche per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Nuova carta d’identità elettronica: ora la rilascia anche Poste Italiane

Da ora in poi è possibile richiedere la carta d’identità elettronica anche alle Poste, grazie a una delle ultime novità introdotte con un emendamento alla legge di Bilancio e approvate in commissione a Montecitorio.

L’obiettivo della nuova misura è quello di evitare i lunghi tempi di attesa, velocizzando le procedure soprattutto in quei comuni, come Roma, in cui si sono accumulati ritardi su ritardi.

Il meccanismo prevede la possibilità per il ministero dell’Interno di stipulare convenzioni con soggetti specifici – come appunto Poste Italiane – al fine di rendere il rilascio della carta d’identità elettronica molto più semplice e rapido.

L’emendamento – presentato dalla Lega e successivamente approvato in commissione Bilancio – va a modificare l’articolo 59 del ddl e, di conseguenza, permette ora al Viminale di stipulare convenzioni nel limite di spesa di 750mila euro a decorrere dal 2019.

Carta Identità Poste | Come funziona 

Come anticipato il ministero dell’Interno potrà ora commissionare a specifici soggetti il rilascio della carta d’identità. Il requisito fondamentale di tali soggetti individuati dalla nuova norma e a cui il Viminale può delegare alcuni compiti e servizi sono generici ma, in realtà, sembrano riferirsi nello specifico a Poste Italiane.

Come infatti chiarito dal sottosegretario Massimo Garavaglia essi devono avere una struttura che preveda una rete di sportelli diffusi su tutto il territorio nazionale ed essere Identity provider con la qualifica di Certification Authority accreditata dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

L’esigenza di snellire e velocizzare le procedure di rilascio è conseguente al fatto che dal primo gennaio 2019 la carta d’identità verrà rilasciata solamente in formato elettronico.

I nuovi documenti d’identità verranno realizzati in materiale plastico e con le dimensioni di una carta di credito; la carta, inoltre, è dotata di vari elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza per memorizzare i dati del titolare.

Anche per richiedere una identità digitale sul sistema Spid (Sistema pubblico di identità digitale) sarà possibile utilizzare il documento in formato elettronico: Spid è un sistema che consente di accedere ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.

Carta Identità Poste | Come richiederla

A questo punto la domanda che ci si pone è: quando e come avere la nuova carta d’identità elettronica? E’ possibile richiederla alla scadenza della propria carta d’identità – o nei classici casi di smarrimento, furto e deterioramento – nel comune di residenza o di dimora.

Inoltre, al fine di velocizzare ancora di più le operazioni di rilascio, è possibile prenotare un appuntamento e la carta viene poi spedita direttamente al cittadino entro sei giorni dalla richiesta. La validità del documento è di 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni, di 5 per i minori tra i 3 i 18 anni e di 10 anni per i maggiorenni.

Per quanto riguarda infine il costo della carta, esso è fissato a 16,79 euro (oltre ai diritti fissi e di segretaria dove sono previsti).

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.