Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:10
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

“Se ti scappa la pipì in autostrada puoi usare la corsia d’emergenza”, lo dice la Cassazione

Immagine di copertina
Immagine di archivio

Se ti scappa la pipì in autostrada puoi usare la corsia d’emergenza. A dirlo è la Corte Suprema di Cassazione con la sentenza penale n. 13124-2019.

Nella sentenza si ribadisce che l’urgenza di espletare un bisogno non ha deroghe, neppure quando ci troviamo alla guida di un’automobile.

La Cassazione chiarisce il concetto di malessere che, ai sensi dell’art 176 comma 5 del Codice della Strada, giustifica la sosta nelle corsie di emergenza delle strade extraurbane e delle autostrade.

Secondo quanto riporta il sito Studiocataldi.it, gli Ermellini hanno dichiarato che non è necessario che il malessere derivi da una patologia, è sufficiente che esso consista in un disagio, anche transitorio, ma tale da impedire di proseguire la guida con la stessa attenzione.

I giudici della Cassazione hanno precisato che: “A proposito della contestata qualificazione del bisogno urinario come”malessere”, ai fini di quanto stabilito dall’art. 176 C.d.S., comma 5, è sufficiente richiamare l’indirizzo, qui condiviso, adottato dalla giurisprudenza di legittimità in un caso per molti versi analogo (Sez. 4, Sentenza n. 7679 del 14.01.2010, Del Vesco e altri, n. m.): la Corte regolatrice ha affermato che dev’essere “inquadrato il bisogno fisiologico nel concetto di malessere che giustifica la sosta sulla corsia di emergenza ai sensi dell’art. 157 C.d.S., comma 1, lett. d). Invero, il termine malessere non può esaurirsi nella nozione di infermità incidente sulla capacità intellettiva e volitiva del soggetto come prevista dall’art. 88 c.p. o nell’ipotesi di caso fortuito di cui all’art. 45 c.p., bensì nel lato concetto di disagio e finanche di incoercibile necessità fisica anche transitoria che non consente di proseguire la guida con il dovuto livello di attenzione e quindi in esso deve necessariamente ricomprendersi l’improvviso bisogno fisiologico (dipendente o meno da malfunzionamento organico) che notoriamente esclude quella condizione di benessere fisico indispensabile per una guida corretta che non ponga in pericolo sia lo stesso conducente ed i terzi trasportati sia gli altri utenti della strada”.

Ti potrebbe interessare
Gossip / Stornello romano per Salvini e la fidanzata Francesca Verdini a Castel Gandolfo | VIDEO
Costume / Fedez e le “scarpe di Satana” con il sangue nella suola
Costume / Simona Ventura a TPI: “Vedo poco l’Isola dei Famosi, ho molti Webinar”
Ti potrebbe interessare
Gossip / Stornello romano per Salvini e la fidanzata Francesca Verdini a Castel Gandolfo | VIDEO
Costume / Fedez e le “scarpe di Satana” con il sangue nella suola
Costume / Simona Ventura a TPI: “Vedo poco l’Isola dei Famosi, ho molti Webinar”
Gossip / È nata Vittoria, la figlia di Chiara Ferragni e Fedez: la sua prima foto
Gossip / Belen, festa in zona rossa per la sorella Cecilia: "Alla faccia del Covid"
Costume / Fedez torna a parlare degli attacchi di panico: “Stavo per vomitare, vedevo sfocato e mi mancava il respiro”
Gossip / Arisa lasciata dal fidanzato a pochi mesi dal matrimonio
Costume / Emily Ratajkowski è diventata mamma: la prima foto del figlio Sylvester Apollo Bear
Gossip / Giulia De Lellis e i consigli per le donne: “Non mettere pigiami merd…i, sempre in ordine”. È bufera
Cinema / Lady Gaga a Roma per le riprese di “Gucci”: il nuovo look della popstar | FOTO