Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

Da “mamma” a “cena”: le 16 parole che è vietato pronunciare ai reali inglesi

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 23 Feb. 2019 alle 13:29 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:54
0
Immagine di copertina

Per scusarsi inoltre non possono usare “pardon”, ma “what” oppure “sorry”. Vietata anche la parola profumo, per cui Kate Middleton può usare il termine “scent”.

Banditi anche gli appellativi mum e dad, troppo formali, da sostituire con “mummy” e “daddy”. L’etichetta reale è ancora più rigida poi quando si tratta di cene e pranzi di gala, in cui Kate e William devono seguire regole precise anche per le parole da pronunciare. Una porzione di cibo non si chiama “portion”, come accade nel linguaggio colloquiale, bensì “helping”, mentre la cena viene indicata come “supper” o “dinner”, anziché con il volgare “tea”, usato dalle persone comuni.

Kate non può inoltre pronunciare la parola “living room”, nè “lounge”, per riferirsi al salotto deve invece usare “sitting room” o “drawing room”. Infine l’ultimo termine proibito per Kate Middleton è “posh”, che in inglese viene utilizzato come appellativo per una persona elegante, che per i reali si trasforma in “smart”.

Ai reali inglesi, qualche volta, con tutte le parole non pronunciabili, sembrerà di giocare a Taboo.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.