Covid ultime 24h
casi +23.225
deceduti +993
tamponi +226.729
terapie intensive -19

In Nuova Zelanda esiste una vespa ribattezzata con il nome di Lucius Malfoy, personaggio di Harry Potter

Di Andrea Lanzetta
Pubblicato il 11 Ott. 2017 alle 00:12 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 19:40
0
Immagine di copertina

Un entomologo neozelandese e fan di Harry Potter ha ribattezzato una vespa con il nome di un personaggio della saga scritta da J. K. Rowling, nella speranza di attirare l’attenzione internazionale su questa specie poco conosciuta.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Lo scienziato neozelandese Tom Saunders, nell’ambito dei suoi studi per un master in entomologia all’Università di Auckland, ha analizzato una particolare categoria di vespe parassite e, tra queste, una delle tremila specie di vespe endemiche della Nuova Zelanda, nessuna delle quali è pericolosa per gli esseri umani.

La vespa Lusius malfoyi (in latino) è stata così rinominata come il padre di Draco Malfoy, della popolare serie letteraria Harry Potter. Lo scienziato ha preso questa decisione proprio per portare questi insetti all’attenzione del pubblico e mostrare come non tutti rappresentino un rischio per gli esseri umani.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“La narrazione dominante è che le vespe sono cattive e pungono molte persone”, ha detto Saunders al quotidiano britannico The Guardian“Ma se si guarda alla diversità di questi insetti in tutto il mondo, troverete che solo una piccola frazione di vespe, meno dell’1 per cento, crea problemi agli esseri umani”, ha aggiunto Saunders.

“La grande maggioranza delle vespe svolge un ruolo importante negli ecosistemi in cui vive”.

Durante la saga di Harry Potter, Lucius Malfoy lavora per Lord Voldemort, tramando contro il mago e i suoi amici. Tuttavia, nell’ultimo libro della serie, questo personaggio si redime e sceglie di abbandonare il Signore Oscuro durante la battaglia di Hogwarts.

“Malfoy ha espiato i suoi peccati e io voglio riscattare la reputazione di questi piccoli insetti, necessari per la biodiversità e per l’ecosistema naturale”, ha detto Saunders. “Gli insetti sono gli animali più rappresentativi del nostro pianeta”.

Questa specie si distingue dalle altre per il proprio colore pallido, mentre la sua presenza è stata accertata finora solo nella regione dell’Australasia, che comprende diverse isole dell’oceano Pacifico, oltre all’Australia e alla Nuova Zelanda.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.