Matteo Salvini: “In camera il poster di Miriana Trevisan”. La risposta della showgirl gela il vicepremier

Il ministro dell'Interno confessa che da giovane aveva tre poster in cameretta: Franco Baresi, Umberto Bossi e Miriana Trevisan

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 11 Mar. 2019 alle 10:47 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:25
0
Immagine di copertina
Matteo Salvini; Miriana Trevisan. Credit: Getty Images

MIRIANA TREVISAN CONTRO SALVINI – Miriana Trevisan prende le distanze da Matteo Salvini. La presa di posizione netta arriva all’indomani delle dichiarazioni del vicepremier e ministro dell’Interno che, in occasione del suo compleanno, ha rivelato che da giovane sul muro della sua cameretta spiccava un poster della showgirl.

La notizia non è nuova. Già in passato, il nome di una delle protagoniste di Non è la Rai era stato accostato al vicepremier leghista, ma lei si era detta “schifata” dalla cosa. Ora Miriana Trevisan torna a ribadire con forza la distanza da Salvini. “Non ho nulla da aggiungere. Non apprezzo le persone che istigano alla violenza e lui fa una propaganda troppo forte”, ha affermato Trevisan in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

“Mi fa sorridere che molte donne considerino Salvini un bell’uomo. Secondo me è un signorotto. Simpatico, certo. L’ho incontrato ad alcune feste e ci siamo al massimo salutati. Non mi ha fatto alcun complimento”, ha continuato la showgirl.

Nel corso dell’intervista Miriana Trevisan si è lasciata scappare una battuta: “Comunque del fatto che lui sia ministro non faccio di tutta l’erba un fascio… ci sta proprio questa parola, non trova?”. La giornalista del Corriere, allora, ha colto la palla al balzo e ha fatto notare alla showgirl l’uso della parola “fascio” e lei subito ha cercato di fare un passo indietro, ma lasciando intendere bene cosa si celasse dietro quella frase: “Non mi permetterei mai, però non apprezzo le persone che istigano alla violenza”.

LEGGI ANCHE: Matteo Salvini festa di compleanno: chi c’era e cosa gli hanno regalato

Tutto è nato dopo che il vicepremier leghista il 9 marzo scorso – giorno del suo 46esimo compleanno – ha rivelato, ospite della trasmissione radio Rai Un giorno da pecora, che da giovane in camera sua aveva appesi al muro tre poster: accanto a quello di Franco Baresi – celebre calciatore del Milan – e a Umberto Bossi, c’era quello della showgirl resa celebre dal grande Mike Bongiorno negli anni Novanta, Miriana Trevisan, appunto.

Dopo aver rivelato della debolezza per la Trevisan, i conduttori del programma di Radio2 hanno cercato di raggiungere telefonicamente la showgirl, che, però, ha risposto via mail: “Cari conduttori di Un giorno da pecora, mi spiace non poter partecipare alla vostra bella trasmissione ma non ho nessun interesse per i gusti giovanili di Matteo Salvini, che personalmente non stimo”.

Il vicepremier, dal canto suo, ha incassato il duro colpo con stile, rispondendo: “Il suo poster io ce l’ho lo stesso, non mi interessa se non gli sono simpatico”.

La showgirl, inoltre, sembra sia legata sentimentalmente allo scrittore e giornalista Giulio Cavalli, che con Matteo Salvini a livello di idee non ha proprio nulla da spartirsi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.