Una messa stupefacente: marijuana al posto dell’incenso, parroco e fedeli in ospedale

Prete e fedeli ricoverati

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 20 Dic. 2018 alle 09:25 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 11:47
0
Immagine di copertina
Il momento dell'incenso

Il prete metteva marijuana al posto dell’incenso.

Intossicazione – Un parroco ed alcuni fedeli sono rimasti intossicati dal fumo di quello che pensavano fosse incenso, in realtà era marijuana. Succede a Chieti, in Abruzzo per una normale messa infrasettimanale in una piccola parrocchia.

Canne in chiesa – Stando a quanto ha riferito il parroco dopo aver terminato la funzione ed essere andato a casa si è subito trovato in un evidente stato confusionale. La perpetua ha subito portato in pronto soccorso il prete. Dopo alcuni esami è risultato che il parroco fosse stato intossicato dal cannabinoide sintetico JWH 122. Successivamente anche altri dei fedeli che avevano assistito alla funzione quel giorno, ovvero alcuni anziani, si sono recati in ospedale riportando gli stessi sintomi.

Scherzi pericolosi – Dalle prime ricostruzioni dei carabinieri l’accaduto sarebbe stato causato da un tentativo di scherzo da parte di alcuni ragazzi della parrocchia che avrebbero sostituito l’incenso con la marijuana prima della messa. La chiesa si è fin da subito riempita di fumo, una volta acceso “l’incenso”.

Tutto è bene quel che finisce bene – Fortunatamente sia parroco che fedeli adesso stanno bene ma in tutto il paese adesso è alla ricerca dei due ragazzi che hanno fatto la bravata. A Chieti non si parla d’altro, soprattutto perché inizialmente i presenti avevano pensato fosse stata un’idea del prete.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.