Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Karl Lagerfeld lascia la sua eredità al gatto Choupette

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 19 Feb. 2019 alle 20:00 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:59
0
Immagine di copertina

KARL LAGERFELD GATTO – L’eredità del grande stilista Karl Lagerfeld andrà a Choupette. Non si tratta di una bellissima donna o di un’avvenente modella, bensì della sua adorabile gatta, dalla quale Lagerfeld non si separava mai.
D’altronde la gatta Choupette è  già da tempo un’icona per gli appassionati di moda, tanto da avere un proprio profilo Instagram, seguito da centinaia di migliaia di follower.

L’idea di far entrare il gatto nella lista degli ereditieri rappresenta una volontà del celebre stilista. Come riporta HuffPost France, nel febbraio 2015 alla tv francese Lagerfeld disse: “Choupette ha la sua piccola fortuna in caso mi succedesse qualcosa, è un’ereditiera. Chi si occupa di lei non sarà mai in miseria, i soldi delle fotografie nelle quali è apparsa non li prendo, li metto da parte per lei”.

LEGGI ANCHE: È morto lo stilista Karl Lagerfeld

In un’intervista al magazine “Numero” del 2018, Lagerfeld aveva confermato questa sua intenzione. “Non preoccuparti, ce n’è abbastanza per tutti”, aveva risposto al giornalista. E davanti all’obiezione che in Francia è proibito lasciare in eredità qualcosa a un animale, aveva ribattuto: “Infatti lo posso fare perché non sono francese”.

“Non esiste, ancora, il matrimonio tra uomini e animali… Non avrei mai pensato che mi sarei innamorato in questo modo di una gatta”, aveva aggiunto il compianto stilista, morto il 19 febbraio 2019, in un’intervista alla Cnn nel 2013.

Un amore particolare quello tra Lagerfeld e il suo gatto Choupette: “È al centro del mio mondo, è una specie di Greta Garbo, i suoi movimenti hanno qualcosa di unico, la sua attitudine e la sua eleganza sono di ispirazione”, aveva detto Karl Lagerfeld a proposito del suo animale domestico.

Lagerfeld lo aveva adottato nel 2011. Originariamente la gatta apparteneva al modello francese Baptiste Giabiconi che gliel’aveva affidata per due settimane mentre era all’estero. Poi Lagerfeld si era rifiutato di restituirgliela, diventando così una presenza costante nella sua vita. Il gatto Choupette lo accompagnava anche in molte sfilate ed eventi mondani. Oggi in qualche modo è rimasto orfano anche lui.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.