Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Gossip

Un'”apocalisse zombie” di instagrammer ha distrutto un campo di girasoli

Immagine di copertina
Credits: @lisaalianng, Instagram.

La fattoria canadese Bogle Seeds, in Ontario, aveva invitato le persone a visitare il loro campo di girasoli. Il risultato è stato il caos assoluto

Tra i soggetti più amati in assoluto dagli utenti di Instagram ci sono sicuramente i girasoli. Una fattoria canadese che coltiva più di 1,6 milioni di questi bellissimi fiori vicino a Hamilton, in Ontario, aveva deciso di lucrare su questa moda di fare foto tutte uguali, invitando i turisti a visitare il loro enorme campo di girasoli e scattarsi qualche foto.

L’iniziativa, però, è finita malissimo.

“Da anni, la gente si ferma sul lato della strada per far foto del nostro campo”, ha detto Brad Bogle, che insieme al resto della famiglia Bogle coltiva i fiori gialli per raccoglierne i semi. Già nell’estate 2015, i Bogle avevano permesso ad alcuni turisti di fare un giro per il loro campo, senza alcuna ripercussione.

Così, la fattoria aveva deciso, a fine luglio, di permettere di nuovo alle persone di visitare alcune zone del proprio campo per 7 dollari e cinquanta, mettendo a disposizione anche un parcheggio da circa 300 posti. All’inizio, le folle erano gestibili. Ma, dal 28 luglio, la situazione è diventata incontrollabile.

Con il moltiplicarsi delle foto su Instagram, infatti, oltre 7mila macchine sono arrivate a cercare parcheggio vicino alla fattoria con il solo scopo di farsi fotografare insieme a questo milione di girasoli.


Un giornale canadese, The Globe, descrive così la situazione al limite del ridicolo: “Entro mezzogiorno, le orde stavano arrivando da ogni direzione. C’erano persone che parcheggiavano anche a un kilometro di distanza. La folla ha cominciato a ignorare lo staff, sopraffatto, e a girare per il campo senza pagare l’entrata”.

“La polizia ha detto alla famiglia Bogle che alcuni genitori stavano attraversando il traffico con i passeggini, che la gente si stava tamponando – e che un’auto in corsa aveva strappato via la porta aperta di un’altra macchina”.

Alcuni dei turisti, infatti, sono arrivati con selfie stick o vere e proprie scale per ottenere la migliore angolazione dei girasoli. Altri hanno decapitato le piante per portare a casa un souvenir, le hanno sradicate o hanno calpestato mortalmente i fiori.

Le orde di visitatori hanno lasciato dietro di sé una scia di immondizia.

I poliziotti hanno dovuto chiudere a forza l’iniziativa, e alla famiglia è stato chiesto di piantare diversi paletti lungo il perimetro del campo di girasoli che leggono “Vietato Entrare”. Questo, però, non ha fermato la folla, che noncurante continua a sconfinare illegalmente nel prato per farsi foto con i fiori.

Al momento, la fattoria è chiusa ai visitatori, eccetto quelli che vogliono comprarne i prodotti – come, ad esempio, il mangime per uccelli.

La famiglia Bogle, che non si aspettava una tale fama, è rimasta piuttosto sotto shock. “Era come un’apocalisse zombie. C’erano talmente tante macchine. La gente ci girava attorno, dentro e fuori. Nessuno si spostava”, ha detto Brad Bogle.

E Barry Bogle, un altro membro della famiglia, ha aggiunto: “Tutto è andato male. La gente arrivava, violava la nostra proprietà, buttava giù le nostre piante, ne rubava i fiori. Era il caos totale”.

Ti potrebbe interessare
Gossip / Sonia Bruganelli: “Non sono come la Ferragni. La beneficienza si fa in silenzio”
Gossip / “Piuttosto che mangiare dopo la gravidanza, mettetevi sotto e pedalate”: l’attacco di Chiara Nasti alle neomamme
Gossip / Dani Alves resta in carcere dopo le accuse di stupro, la moglie: “Non intendo lasciarlo”
Ti potrebbe interessare
Gossip / Sonia Bruganelli: “Non sono come la Ferragni. La beneficienza si fa in silenzio”
Gossip / “Piuttosto che mangiare dopo la gravidanza, mettetevi sotto e pedalate”: l’attacco di Chiara Nasti alle neomamme
Gossip / Dani Alves resta in carcere dopo le accuse di stupro, la moglie: “Non intendo lasciarlo”
Gossip / Barbara D’Urso e la “simpatia” con Flavio Briatore: “Esco con lui insieme ad altri, avevo un pregiudizio invece è un uomo interessante”
Gossip / Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser si sono lasciati? “Lui l’ha tradita ed è andato via di casa”
Gossip / Totti e Ilary Blasi in tribunale, l’ex Capitano ritratta: “Non le ho mai nascosto le borse”
Cronaca / Totti e Ilary in tribunale per il caso Rolex e borsette. L’avvocato della showgirl: “Siamo nelle mani dei giudici”
Gossip / Federico Fashion Style: “La mia ex vuole andare in tribunale, per lo stress ho perso 25kg”
Gossip / Francesco Totti e Noemi Bocchi a cena fuori: la crisi è già acqua passata
Gossip / Giorgia Soleri chiude i suoi account social: “Basta con chi nega il mio dolore”