Me
HomeGossip

Chiara Ferragni a Sanremo: l’influencer risponde

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 18 Nov. 2019 alle 18:40
Immagine di copertina
Chiara Ferragni. Credit: Instagram

Chiara Ferragni a Sanremo? Le voci si rincorrono da un po’, ma lei commenta a metà

La fashion blogger più chiacchierata d’Italia potrebbe finire sul palco dell’Ariston: di Chiara Ferragni a Sanremo si parla ormai da un po’, ma ancora non arrivano conferme dalla diretta interessata. O quasi.

L’influencer di Cremona potrebbe arrivare al teatro in cui si celebra la canzone italiana e affiancare il conduttore Amadeus per quella che è un’edizione importante, la settantesima. Chiara Ferragni intanto temporeggia e si lascia scappare una risposta un po’ ambigua che manda in confusione i followers.

“Mi dicono di dire ‘no comment su Sanremo”, ha affermato Chiara Ferragni in un’intervista rilasciata al quotidiano il Messaggero. “Se lo guardo? In passato sì”, ha rivelato la fashion blogger. L’influencer più famosa d’Italia, nella stessa intervista, ha confessato di aver detto “no” a più di un programma tv che la corteggiava.

“Rifiutare a 22 anni non è stato facile: erano molti soldi e una notorietà immediata”, ha spiegato la fashion blogger. Uno dei nodi caldi dell’intervista è stato quello degli hater e dell’odio online. Come ha già fatto in passato, Chiara Ferragni ha spiegato di aver sempre avuto a che fare con gli hater, ma i loro commenti e le loro cattiverie non l’hanno mai scalfita: “Dovevo andare avanti. Perché lo facevo? Per dare uno scopo alle mie giornate di universitaria: tornavo a casa, fotografavo i miei look, li pubblicavo online e guardavo avanti. Ed ero felice”.

Più di una volta, proprio sui social, la fashion blogger si è fatta promotrice di una vera e propria battaglia contro gli hater, predicando la necessità di non cadere nelle loro trappole e quindi restando indifferenti agli attacchi. Solo così si può andare avanti per la propria strada, senza farsi abbattere dalla cattiveria degli altri.

Chiara Ferragni dice sì al documento d’identità per i social: “Così combattiamo l’odio sul web”