Tutte le volte che Bruno Ganz è stato un meme su Hitler | VIDEO

L'attore, che si è spento il 16 febbraio 2019, era molto noto sui social

Di Rossella Melchionna
Pubblicato il 17 Feb. 2019 alle 14:35 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:05
0

BRUNO GANZ HITLER MEME – È uno degli attori svizzeri più celebri al mondo, indimenticabile per le sue interpretazioni ne La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler e Il cielo sopra Berlino. Bruno Ganz si è spento il 16 febbraio 2019 all’età di 77 anni a Zurigo.

Ganz, però, è molto conosciuto tra i giovani – e non solo – più che per le sue performance attoriali, per le parodie circolanti su di lui. In particolar modo quella in cui il “suo Hitler” – che personifica ne La caduta – viene stravolto rispetto all’originale.

Hitler che si arrabbia per la vuvuzela ai Mondiali di calcio 2010, Hitler che se la prende su Star Wars, Hitler che si infuria per il video gaming. Sono centinaia i meme con il volto di Bruno Ganz circolanti su Youtube: la scena è sempre la stessa – si trova in un bunker con i suoi fedelissimi in una Berlino ormai assediata dai nemici – cambiano solo i dialoghi o i sottotitoli.

In testa all’articolo il video di Ganz in escandescenza per la vuvuzela, la trombetta famosa soprattutto dopo il FIFA World Cup di nove anni fa. Sotto, la sua ira per aver scoperto che la pizza che aveva ordinato arriverà in ritardo.

Bruno Ganz Hitler Meme | Chi è Bruno Ganz

Figlio di un operaio svizzero e di mamma italiana, Bruno Ganz ha esordito al cinema con il film Der Herr mit der schwarzen Melone.

Dopo aver fondato negli anni ’70 la compagnia Schaubühne am Halleschen Ufer, ha lasciato un segno nel cinema recitando ne L’amico americano, interpretando il corniciaio Jonathan Zimmermann: era il 1977.

L’anno seguente ha recitato nella rivisitazione di Nosferatu, il principe della notte, ma il grande successo è arrivato nel 1987 nelle vesti dell’angelo per Il cielo sopra Berlino del regista Wim Wenders.

Nel 1995 ha preso parte alla serie tv Il grande Fausto incentrata sulla vita del ciclista Fausto Coppi.

Un altro successo nella sua carriera è avvenuto con Pane e Tulipani, che gli ha permesso di ottenere il David di Donatello 2000 come miglior attore protagonista.

Nel 2004 ha poi interpretato Adolf Hitler nel film La caduta. Nel 2010 ha recitato ne La fine è il mio inizio.

Vivendo tra Zurigo, Berlino e Venezia, l’attore è stato poi premiato con il Pardo alla carriera al Festival del cinema di Locarno nel 2011. Nel 2013 è tornato al cinema, grazie a Ridley Scott, per interpretare il Papa nella serie The Vatican.

Tra le sue ultime comparse al cinema si possono menzionare Remember e Heidi nel 2015, The Party nel 2017 e La casa di Jack nel 2019.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.