Covid ultime 24h
casi +19.644
deceduti +151
tamponi +177.669
terapie intensive +79

A scuola in Afghanistan

Un fotografo americano ha realizzato l'annuario di una scuola in Afghanistan per dimostrare come, anche nelle zone di guerra, la vita riesca ad andare avanti

Di TPI
Pubblicato il 21 Mag. 2015 alle 17:05
0

L’yearbook è l’annuario scolastico che viene generalmente consegnato alla fine dell’anno accademico in molte scuole all’estero, e raccoglie i volti di tutti gli studenti che frequentano la scuola, divisi classe per classe. L’album fotografico rappresenta un ricordo importante e prezioso del periodo scolastico. Eppure, è difficile immaginare volti sereni e sorridenti di coloro che frequentano le scuole in zone di guerra, dove la vita non è mai semplice e l’istruzione è spesso un privilegio.

Yearbook: Afghanistan è il nome del progetto del fotografo americano Ruvan Wijesooriya, che ha ritratto i bambini della scuola Mir-Bacha-Knot School, in Afghanistan. L’iniziativa è nata dal desiderio di mostrare i volti di tutti i bambini che hanno la fortuna di ricevere un’educazione e un’istruzione, nonostante la presenza femminile nelle classi diminuisca man mano che i ragazzi crescono. 

Secondo quanto riportato in un rapporto dell’Unicef del 2011, il tasso di alfabetizzazione femminile al di sopra dei 15 anni in Afghanistan ammonta al 13 per cento e il numero delle studentesse iscritte alle scuole primarie e secondarie è pari a 2.4 milioni, una cifra spaventosamente bassa rispetto al numero maschile, che in quell’anno era di 4.6 milioni di iscritti.  

I ritratti di Wijesooriya sono in tutto 250 e da ciascuno di questi emerge le personalità distintive dei bambini, che per andare a scuola possono scegliere come vestirsi. La guerra è tutto ciò che hanno sempre visto, ma questa serie fotografica dimostra come – anche in questi casi – la vita vada avanti.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.