Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Usa, bambina colpita da uno sparo alla testa mentre girava per le case nel giorno di Halloween

La bambina, 7 anni, è stata raggiunta da un proiettile alla nuca ed è in gravi condizioni: sarebbe vittima involontaria di una sparatoria

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 1 Nov. 2019 alle 09:46 Aggiornato il 1 Nov. 2019 alle 10:02
57
Immagine di copertina

Usa, bambina colpita da uno sparo alla testa mentre girava per Halloween

Doveva essere un giorno di festa e invece si è trasformato in tragedia: nella serata di Halloween, negli Usa, una bambina di 7 anni è stata colpita da uno sparo alla testa mentre girava per le case facendo “Dolcetto o scherzetto”. La bambina adesso è ricoverata in ospedale in gravi condizioni.

Il fatto è accaduto nella serata di ieri, 31 ottobre 2019, in un quartiere di Chicago, nell’Illinois: la bambina era insieme alla famiglia e girava per il vicinato con il suo costume da ape. Suonava i campanelli delle case, come tanti altri bimbi facevano, chiedendo i consueti dolcetti.

La spettacolare foto della Nasa in cui il Sole sembra una zucca di Halloween

A un certo punto, però, un proiettile l’ha raggiunta alla nuca. Da lì, la corsa in ospedale e l’intervento chirurgico. Adesso la sua vita è appesa a un filo.

Sull’episodio stanno indagando le forze dell’ordine locali. Dai primi rilievi, sembra che la bambina sia stata la vittima involontaria di una sparatoria. Il proiettile, dunque, nelle intenzioni di chi ha sparato non era rivolto a lei.

Sembra infatti che la piccola, insieme alla famiglia, si sia trovata in mezzo a un gruppo di persone, tra le quali qualcuno ha improvvisamente aperto il fuoco. Si tratta dunque dell’ennesimo caso di violenza legato alle armi da fuoco, un tema che da anni alimenta i dibattiti a Chicago e in tutti gli Stati Uniti.

Usa, Trump e l’uso di armi: “Sono le persone a premere il grilletto, non le pistole”

57
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.