Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un uomo si è dato fuoco nei pressi del parlamento della Nuova Zelanda

Immagine di copertina
Un'immagine mostra il fumo salire nelle vicinanze del parlamento neozelandese. Credit: Reuters

Il fatto è avvenuto a soli due giorni dalle elezioni generali, previste nel paese per il 23 settembre 2017

Nei pressi del parlamento neozelandese, nella capitale Wellington, un uomo si è dato fuoco. A riferirlo è stata l’agenzia di stampa Reuters, che cita fonti della polizia locale.

Il fatto è avvenuto a soli due giorni dalle elezioni generali previste nel paese per il 23 settembre 2017. “L’uomo è rimasto ferito ed è in condizioni critiche”, si può leggere in una dichiarazione della polizia di Wellington.

Non si conosce l’identità dell’uomo né i motivi del gesto. I lavori del parlamento sono stati interrotti e l’area del cortile di fronte all’edificio risulta chiusa.“È una scena del crimine”, ha detto un funzionario di polizia al quotidiano neozelandese The New Zealand Herald.

Le forze di sicurezza hanno evacuato il parlamento, chiedendo al personale e ai deputati presenti di uscire dalla parte posteriore dell’edificio.

L’incidente è avvenuto intorno alle 15:50 di giovedì 21 settembre, prima delle sei del mattino ora italiana. L’uomo è stato portato al reparto di emergenza dell’ospedale Wellington.

Secondo i media neozelandesi, nei pressi del luogo dove l’uomo si è dato fuoco, le autorità hanno ritrovato un cartello di protesta.

Non si sa al momento se i due fatti siano collegati.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”