Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Spagna, ucciso un uomo entrato in un commissariato con un coltello. Gridava: “Allah Akbar”

Immagine di copertina
Credit: Afp

La polizia catalana sta trattando il gesto del 29enne, un algerino con regolare permesso di soggiorno, come un "possibile attentato terroristico"

Un uomo algerino di 29 anni è stato ucciso dalla polizia a Cornellà de Llobregat dopo essere entrato in un commissariato brandendo un coltello e urlando “Allah Akbar”. L’episodio, avvenuto a tre giorni all’anniversario degli attentati del 14 agosto 2017 a Barcellona e a Cambrils, torna a fare parlare di terrorismo in Catalogna.

“Trattiamo il gesto come un possibile attentato terroristico”, ha dichiarato il commissario della polizia catalana Rafel Come. “Ma è probabile che avremo ulteriori informazioni solo in un secondo momento”.

Secondo quanto riferito dal quotidiano El Periodico, l’aggressore si chiamava Abdeluahab Taib ed era nato in Algeria nel 1989. L’uomo non aveva precedenti penali.

Il quotidiano La Vanguardia ha riferito che alcuni agenti del Mossos d’Esquadra, la polizia autonoma regionale, stanno perquisendo la sua abitazione, che si trova a circa 200 metri dal commissariato che ha attaccato.

L’attacco è avvenuto questa mattina alle 5.52. Quando l’uomo è arrivato nel commissariato, ha trovato una agente e un sergente capo di turno e ha aggredito la poliziotta che gli intimava di calmarsi.

A quel punto i colleghi hanno sparato contro l’aggressore. Nessuno dei poliziotti presenti in quel momento nel commissariato è rimasto ferito. In seguito all’accaduto, i Mossos hanno emesso un ordine interno per aumentare le misure di sicurezza nei commissariati, temendo il verificarsi di nuovi attacchi.

I sindacati della polizia catalana (Spc) hanno chiesto alla Generalitat di dotare gli agenti di pistole elettriche e armi lunghe. “Se i poliziotti fossero stati dotati di pistole elettriche, avrebbero potuto immobilizzare l’aggressore e arrestarlo, anziché ucciderlo”, ha spiegato un portavoce Spc.

Il 29enne algerino era in possesso del N.I.E, il Numero Identificativo Stranieri richiesto personalmente alla polizia, tramite gli uffici consolari, da cittadini di altri paesi che stabiliscono rapporti con la Spagna per motivi economici, professionali o sociali.

Secondo quanto riferito dall’emittente Cadena Ser, l’uomo aveva il permesso di soggiorno per i suoi legami una donna spagnola locale di 40 anni. Stando a fonti vicine alla coppia citate da El Periodico, si erano separati la settimana scorsa perché Taib “aveva perso la testa”. I due si erano conosciuti due anni fa: la donna lavorava in un hotel e si era separata da un precedente marito, un asiatico dal quale aveva avuto due figlie.

Dopo il matrimonio con Taib, la donna si è convertita all’Islam e quando usciva da casa indossava un copricapo. Dopo la recente separazione, i due avevano deciso che l’uomo sarebbe andato via di casa alla fine di questo mese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Macron non esclude l’invio di caccia a Kiev
Esteri / Bruxelles, attacco col coltello in metro: almeno tre feriti. Fermato l’aggressore
Esteri / Si licenzia e cambia vita: lavora solo 30 minuti e guadagna 40mila dollari al mese. Ecco come
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Macron non esclude l’invio di caccia a Kiev
Esteri / Bruxelles, attacco col coltello in metro: almeno tre feriti. Fermato l’aggressore
Esteri / Si licenzia e cambia vita: lavora solo 30 minuti e guadagna 40mila dollari al mese. Ecco come
Esteri / La Cina accusa gli Stati Uniti per la guerra in Ucraina: “Hanno innescato la crisi e ora la stanno alimentando”
Esteri / L’imprenditore Usa che vuole tornare 18enne (con 2 milioni l’anno): in due anni l’età è “scesa” di 5
Esteri / Capsula radioattiva smarrita in Australia, tecnici della Rio Tinto e autorità locali alla ricerca: “È molto pericolosa”
Esteri / “Per colpire il Regno Unito con un missile ci vuole un minuto”: la minaccia di Putin a Boris Johnson
Esteri / Messico, influencer napoletano scambiato per un narcos: "Rinchiuso in una stanza buia"
Esteri / Ucraina, nuove sanzioni contro Russia e Bielorussia: “Useremo le loro proprietà per la nostra difesa”
Esteri / Messico, sub decapitato da uno squalo bianco lungo quasi sei metri