Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:38
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Spagna, ucciso un uomo entrato in un commissariato con un coltello. Gridava: “Allah Akbar”

Immagine di copertina
Credit: Afp

La polizia catalana sta trattando il gesto del 29enne, un algerino con regolare permesso di soggiorno, come un "possibile attentato terroristico"

Un uomo algerino di 29 anni è stato ucciso dalla polizia a Cornellà de Llobregat dopo essere entrato in un commissariato brandendo un coltello e urlando “Allah Akbar”. L’episodio, avvenuto a tre giorni all’anniversario degli attentati del 14 agosto 2017 a Barcellona e a Cambrils, torna a fare parlare di terrorismo in Catalogna.

“Trattiamo il gesto come un possibile attentato terroristico”, ha dichiarato il commissario della polizia catalana Rafel Come. “Ma è probabile che avremo ulteriori informazioni solo in un secondo momento”.

Secondo quanto riferito dal quotidiano El Periodico, l’aggressore si chiamava Abdeluahab Taib ed era nato in Algeria nel 1989. L’uomo non aveva precedenti penali.

Il quotidiano La Vanguardia ha riferito che alcuni agenti del Mossos d’Esquadra, la polizia autonoma regionale, stanno perquisendo la sua abitazione, che si trova a circa 200 metri dal commissariato che ha attaccato.

L’attacco è avvenuto questa mattina alle 5.52. Quando l’uomo è arrivato nel commissariato, ha trovato una agente e un sergente capo di turno e ha aggredito la poliziotta che gli intimava di calmarsi.

A quel punto i colleghi hanno sparato contro l’aggressore. Nessuno dei poliziotti presenti in quel momento nel commissariato è rimasto ferito. In seguito all’accaduto, i Mossos hanno emesso un ordine interno per aumentare le misure di sicurezza nei commissariati, temendo il verificarsi di nuovi attacchi.

I sindacati della polizia catalana (Spc) hanno chiesto alla Generalitat di dotare gli agenti di pistole elettriche e armi lunghe. “Se i poliziotti fossero stati dotati di pistole elettriche, avrebbero potuto immobilizzare l’aggressore e arrestarlo, anziché ucciderlo”, ha spiegato un portavoce Spc.

Il 29enne algerino era in possesso del N.I.E, il Numero Identificativo Stranieri richiesto personalmente alla polizia, tramite gli uffici consolari, da cittadini di altri paesi che stabiliscono rapporti con la Spagna per motivi economici, professionali o sociali.

Secondo quanto riferito dall’emittente Cadena Ser, l’uomo aveva il permesso di soggiorno per i suoi legami una donna spagnola locale di 40 anni. Stando a fonti vicine alla coppia citate da El Periodico, si erano separati la settimana scorsa perché Taib “aveva perso la testa”. I due si erano conosciuti due anni fa: la donna lavorava in un hotel e si era separata da un precedente marito, un asiatico dal quale aveva avuto due figlie.

Dopo il matrimonio con Taib, la donna si è convertita all’Islam e quando usciva da casa indossava un copricapo. Dopo la recente separazione, i due avevano deciso che l’uomo sarebbe andato via di casa alla fine di questo mese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare
Esteri / Sversamento di idrocarburi a largo della Corsica: “Si rischia il disastro ambientale”
Esteri / Sudan, scarcerato Marco Zennaro: l'imprenditore italiano è ai domiciliari in hotel 
Esteri / Israele chiude la più importante organizzazione sanitaria palestinese. A rischio lotta al Covid
Esteri / Nuovi raid in Siria, bombardato un ospedale ad Afrin: almeno 18 morti
Esteri / La Regina Elisabetta taglia la torta con una spada: il video è esilarante
Esteri / È morto l’uomo con la famiglia più grande al mondo: aveva 38 mogli e 89 figli
Esteri / La variante Delta spaventa il mondo. Contagiosità, efficacia dei vaccini: cosa sappiamo