Spagna, il video che mostra un altro “caso Floyd”: 18enne marocchino muore immobilizzato da sei persone

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 12 Giu. 2020 alle 17:34 Aggiornato il 15 Giu. 2020 alle 10:42
177
Immagine di copertina

In questi giorni in cui in tutto il mondo sono in corso le proteste per la morte di George Floyd, l’afroamericano ucciso durante un controllo di polizia lo scorso 25 maggio a Minneapolis, ecco spuntare un video che mostra sempre un caso di violenza che in Spagna ha portato alla morte di un 18enne di origini marocchine. Si tratta di Iliass Tahiri, deceduto il 1 luglio del 2019 nel centro per minori Tierras de Oria di Almería, in Andalusia; secondo i magistrati la morte è stata “violenta accidentale”, ma secondo i parenti, che hanno impugnato l’archiviazione del caso, si è trattato di omicidio.

Le immagini del video pubblicato integralmente da El Pais, infatti, mostrano un responsabile del centro e cinque guardie immobilizzare il 18enne affetto – come spiegato dai magistrati nel fascicolo – da un grave disturbo della personalità. Il giudice, nell’archiviare il caso, aveva spiegato che Iliass aveva opposto resistenza agli operatori, ma in realtà nella clip video delle telecamere di sicurezza pubblicata dal quotidiano iberico è evidente come egli non abbia avuto alcuna reazione violenza nei confronti delle persone che lo hanno condotto nella stanza dove ha poi trovato la morte. Le immagini mostrano uno di questi premere il ginocchio vicino alla testa del giovane e rimanere così per diversi minuti. Quando, verso la fine del video, il responsabile del centro si allontana per chiamare il medico, questi arriva e fa slegare il 18enne marocchino: nonostante i tentativi di rianimarlo, però, per Iliass non c’è più niente da fare. Secondo l’autopsia, comunque, la morte non è sopraggiunta per soffocamento; il responsabile del centro e i cinque omini della sicurezza sostengono che il ragazzo abbia usato nei loro confronti una “violenza estrema”, sferrando calci e mostrando “scarsa collaborazione”. Nel video, però, le immagini sembrano contraddire le loro parole.

Qui di seguito il link al video integrale pubblicato da El Pais:

https://elpais.com/espana/2020-06-10/los-angulos-ciegos-de-una-muerte-accidental.html

Leggi anche: 1. George Floyd, Minneapolis smantella il dipartimento di polizia: “Vogliamo un nuovo modello di sicurezza” / 2. Si sposano in mezzo alla protesta per George Floyd a Philadelphia: “È stato ancora più memorabile” / 3. Banksy e l’omaggio a George Floyd: “Il razzismo è un problema dei bianchi”

4. Nuovo caso George Floyd: spunta il video dell’uccisione di un altro afroamericano durante un fermo di polizia negli Usa / 5. “Il problema degli Usa sono 400 anni di schiavitù, ma qui in Italia non siamo messi meglio”: parla Igiaba Scego / 6. George Floyd, l’autopsia indipendente smentisce quella delle autorità: “Morto per asfissia”

177
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.