Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Banksy e l’omaggio a George Floyd: “Il razzismo è un problema dei bianchi”

Immagine di copertina

Banksy e l’omaggio a George Floyd: “Il razzismo è un problema dei bianchi”

Banksy ci riprova e questa volta il suo murale è dedicato a George Floyd, a sostegno del movimento Black Lives Matter, nato in seguito alla morte dell’afroamericano di 46 anni ucciso a Minneapolis dall’agente Derek Chauvin (accusato di omicidio volontario). Nel murale, che lo street art artist ha condiviso sui suoi social, vediamo una bandiera americana che brucia con la fiamma di una candela. Così Banksy partecipa alla giornata di protesta internazionale in solidarietà con Black Lives Matter.

Banksy sostiene Black Lives Matter: il discorso

“All’inizio ho pensato di rimanere in silenzio e di ascoltare la gente di colore parlare dei loro problemi. Ma perché avrei dovuto farlo? Non è un loro problema. È un mio problema”. L’artista di Bristol prosegue: “Il sistema non si prende cura delle persone di colore come un tubo rotto che inonda l’appartamento delle persone che vivono al piano di sotto. Questo sistema difettoso sta rendendo la loro vita una sofferenza, ma non è loro compito ripararlo. Non possono – nessuno li lascerà entrare nell’appartamento al piano di sopra. Questo è un problema ‘bianco‘. E se i bianchi non lo risolvono, qualcuno dovrà venire di sopra e dare un calcio alla porta”.

L’identità di Banksy continua a rimanere segreta, ma il suo interesse per le battaglie sociali non è una novità: già a maggio aveva reso omaggio a medici e infermieri schierati in prima linea nella battaglia contro il Coronavirus, realizzando un bambino che fa volare un pupazzo con le fattezze di un’infermiera. A differenza delle altre sue opere, quello che colpisce questa volta è la lunga didascalia, con cui l’artista ha espresso il proprio pensiero.

Leggi anche:

1. Artista italiana accusa Banksy: “L’infermiera con l’orecchino di perla l’ho realizzata molto prima di lui”/ 2. La ragazza con il timpano trafitto di Banksy indossa una mascherina / 3. Banksy in quarantena: “Mia moglie odia quando lavoro da casa”

Ti potrebbe interessare
Costume / Preventivo ristrutturazione: tutto quello che c’è da sapere
Costume / Dal RNG alla Roulette Online: gli algoritmi che controllano il gioco
Costume / “Impact Girl”, un nuovo media dedicato all’empowerment femminile
Ti potrebbe interessare
Costume / Preventivo ristrutturazione: tutto quello che c’è da sapere
Costume / Dal RNG alla Roulette Online: gli algoritmi che controllano il gioco
Costume / “Impact Girl”, un nuovo media dedicato all’empowerment femminile
Costume / inTherapy: i percorsi di psicoterapia garantiti da Studi Cognitivi
Costume / Costa Crociere: un’esperienza turistica incentrata sulla sostenibilità e la gastronomia
Costume / Vestiti lunghi per capodanno: 5 idee a cui ispirarsi
Costume / #DONAREVALEQUANTOFARE – Il nuovo spot Cei sul sostegno alla missione dei preti
Costume / Il codice fiscale: come si calcola e quando serve
Costume / Addio sigarette: come smettere grazie a 3 aromi naturali
Costume / La storia di Eva Menta, modella e influencer di successo