Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In Scozia c’è un’isola che cerca nuovi abitanti: ecco come candidarsi

Immagine di copertina
Crediti: Flickr

In Scozia c’è un’isola che cerca nuovi abitanti: ecco come candidarsi

Rum è la più grande delle Piccole Isole delle Ebridi Interne in Scozia ed è alla ricerca di turisti per sempre, nuovi abitanti che abbiano voglia di cominciare da capo, in una realtà tranquilla e silenziosa, perfetta per chi ama la solitudine (e, perché no, il distanziamento sociale). Chi ama vivere in luoghi poco affollati, circondati dalla natura e dal minimo rumore potrebbe essere attratto dalla proposta scozzese. Attualmente, sono 40 gli abitanti che popolano l’isola di Rum e il villaggio di Kinloch ha avviato la costruzione di quattro eco-case, ognuna munita di due camere da letto, pronte da affittare a prezzi calmierati a chi vorrà lavorare sull’isola. Quali sono i requisiti per essere scelti come abitanti dell’isola in Scozia? Si cercano persone qualificate in assistenza all’infanzia, produzione alimentare, manutenzione per le case, pescicoltura e turismo, ma chiunque abbia voglia di aprire nuove attività commerciali o dare il proprio contributo all’economia locale è il benvenuto. Chi vuole vivere quest’avventura può trovare il format da compilare sul sito web dell’isola.

Ad oggi, l’unico centro abitato è quello di Kinloch, dove saranno accolti i nuovi arrivati ed è lì che si trova anche l’unico negozio del posto (un negozio di arte locale) e un ufficio postale. Il villaggio è sprovvisto di chiese, pub o luoghi di ritrovo, per cui l’invito è quello di poter creare con il tempo una comunità pari alle altre. La storia dell’isola è piuttosto curiosa: nasce come una riserva faunistica di cervi, capre, pony, aquile dalla coda bianca e anche una colonia di 120mila berte atlantiche nel 1957. Ma, prima di allora, il suo nome era Rhum, con l’h, poiché l’ex proprietario – Sir George Bullough – non voleva che il suo cognome fosse associato alla bevanda alcolica. Suo figlio invece costruì il castello di Kinloch che oggi è stato trasformato in un ostello.

Leggi anche:

1. Scozia, drammatico incidente: auto finisce nel negozio. Muore un bimbo di tre anni / 2. La Scozia è il primo Paese a rendere gratuiti gli assorbenti per tutte le donne

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa