Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Tokyo, mangia sashimi e le cresce un parassita intorno alla tonsilla

Immagine di copertina

Mangia sashimi e si ritrova un parassita in gola

Una 25enne giapponese si è ritrovata un verme nella tonsilla sinistra dopo aver consumato una porzione di “sashimi assortito”, il pesce crudo che si trova spesso nei ristoranti giapponesi anche in Italia. Dopo cinque giorni di dolore all’altezza delle tonsille, la giovane si è recata al St. Luke’s International Hospital di Tokyo, dove i medici si sono accorti che c’era qualcosa di strano nella gola della paziente, proprio all’altezza della tonsilla sinistra: si trattava di uno pseudoterranova azarasi, un parassita lungo 38 millimetri e largo 1,5. In una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica American Journal of Tropical Medicine and Hygiene, i medici hanno collegato la presenza del verme nero proprio al piatto di sashimi, anche perché non è la prima volta che questo tipo di parassita si annida all’interno del corpo umano tramite il pesce crudo.

Un altro studio analizza il caso di tre persone a cui è stato diagnosticato un parassita in Cile, che hanno sperimentato “sindrome di formicolio alla gola”, tra cui tosse e conati di vomito, dopo aver mangiato ceviche, un piatto tipico a base di pesce crudo. In questo caso le “vittime” del verme nero hanno espulso i parassiti tossendo senza ulteriori complicazioni. Lo pseudoterranova normalmente cresce all’interno dello stomaco e si rimuove tramite endoscopia, ma nel caso della 25enne giapponese si è sviluppato intorno alla tonsilla. Il parassita fa parte della famiglia dell’Anisakis e “può infettare gli esseri umani che consumano pesce crudo o poco cotto, tra cui sushi e sashimi”, osservano i ricercatori, e creare Anisakidosi, malattia che causa circa 20mila casi ogni anno.

Leggi anche: 1. Sushi all you can eat da incubo: insetti, escrementi e topi in un locale a Venezia 2. Dopo avere mangiato sushi, gli amputano la mano: “Infezione da pesce crudo”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue