Covid ultime 24h
casi +24.991
deceduti +205
tamponi +198.952
terapie intensive +125

Prendete tutto ma non la mia tesi di laurea: la reazione di una ragazza sudafricana rapinata

La vicenda è avvenuta a Johannesburg, quando due malviventi hanno minacciato con una pistola una dottoressa di 26 anni perché consegnasse loro tutto quello che aveva

Di Andrea Lanzetta
Pubblicato il 14 Set. 2017 alle 14:09 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 17:07
0
Immagine di copertina
La studentessa sudafricana Noxolo Ntusi, di 26 anni, durante una rapina a Johannesburg, ha scelto di non consegnare ai malviventi la propria borsa che conteneva la tesi universitaria su cui stava lavorando

Una dottoressa sudafricana di 26 anni, Noxolo Ntusi, si è battuta con alcuni malviventi durante una rapina avvenuta a Johannesburg martedì 12 settembre, scegliendo di non consegnare loro la propria borsa che conteneva la tesi universitaria a cui stava lavorando.

La prospettiva di perdere l’unica copia del proprio lavoro portato avanti durante un Master universitario in zoologia era infatti troppo grave da sopportare. “Non avrei mai permesso loro di prendersela”, ha detto Ntusi all’emittente britannica BBC.

La ragazza si è però in parte pentita delle proprie azioni, definendole “non molto intelligenti” e ha consigliato a tutti coloro che in futuro dovessero vedersi vittima di una rapina di consegnare subito ai malviventi tutto ciò che vogliono, anche se si trattasse di un importante lavoro universitario.

“Potrai sempre scriverlo di nuovo” ha detto alla BBC. Noxolo Ntusi è laureata in medicina e lavora presso il National Health Laboratory Service di Johannesburg, in Sud Africa.

Martedì 12 settembre, mentre la ragazza era sulla via di casa e portava con sé in borsa la propria tesi in zoologia molecolare, un’automobile le si è avvicinata e due uomini, uno armato con una pistola, l’hanno minacciata perché consegnasse loro i suoi averi.

Mentre i rapinatori tentavano di sottrarle la borsa, la ragazza si è opposta per non perdere la propria tesi. “Ho quasi finito di scriverla, non potevo permettermi di perderla”.

La dottoressa Ntusi ha cercato di difendersi restando a terra. “Credo che volessero prendermi e mettermi in macchina, ma ho resistito e alla fine hanno rinunciato”. Il rapinatore armato ha minacciato la ragazza con la pistola.

Ma la dottoressa ha resistito ancora, se avesse perso il suo lavoro avrebbe dovuto chiedere un rinvio di un anno per la sua presentazione. “È stata una situazione molto pericolosa”, ha detto Ntusi.

Le immagini della rapina sono state registrate da alcune telecamere di sicurezza di diverse abitazioni di Auckland Park.

Più tardi, i presunti rapinatori sono stati arrestati dalla polizia, che li ha trovato in possesso di una pistola a gas. Ecco le immagini, pubblicate dalla BBC.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.