Morte Floyd, capo KKK della Virginia investe i manifestanti a Seattle e spara | VIDEO

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 9 Giu. 2020 alle 11:10 Aggiornato il 9 Giu. 2020 alle 11:56
2k

Ieri, lunedì 8 giugno, a Seattle un uomo si è lanciato con l’auto contro i manifestanti radunati per protestare contro la morte di George Floyd. Quindi, uscito dal mezzo brandendo una pistola, ha sparato ferendo uno di loro. Come rivelato in seguito dalla polizia, ad aprire il fuoco è stato Harry Rogers, autoproclamatosi capo locale del Ku Klux Klan della Virginia. Gli agenti hanno risposto con spray al pepe e palline esplosive.

In una dichiarazione rilasciata ai media locali, Shannon Taylor, procuratore della contea di Henrico, ha dichiarato: “L’uomo, per sua stessa ammissione e da una rapida occhiata ai social media, è un leader del Ku Klux Klan. Stiamo indagando per scoprire se le accuse di crimini d’odio sono appropriate”. A Seattle le proteste sono proseguite nella notte dopo che la polizia ha emesso almeno due ordini di dispersione. “La folla lancia bottiglie, pietre, fuochi d’artificio e altri proiettili contro gli ufficiali”, ha scritto la polizia di Seattle in un tweet.

In precedenza le forze dell’ordine avevano già detto che un uomo di 27 anni era stato ferito da un colpo d’arma da fuoco e una pistola era stata recuperata da un uomo che domenica sera, a Seattle, si era messo alla guida di un auto in mezzo alla folla che manifestava contro il razzismo.

Leggi anche: 1. Quanti contagi possono causare le proteste in Usa? Un virologo ha provato a calcolarlo / 2. Si sposano in mezzo alla protesta per George Floyd a Philadelphia: “È stato ancora più memorabile” /3.  George Floyd, Minneapolis smantella il dipartimento di polizia: “Vogliamo un nuovo modello di sicurezza” /4. Banksy e l’omaggio a George Floyd: “Il razzismo è un problema dei bianchi” / 5. Essere un nero in America è ancora una sentenza di morte (di V. Montaccini)

2k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.