Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Per la prevenzione del cancro al seno sui social servono i capezzoli degli uomini

Immagine di copertina

Per evitare che Facebook o Instagram cancellassero un video sull'autopalpazione del seno, un'associazione argentina ha approfittato dei pettorali di un uomo poco in forma

L’organizzazione argentina Macma (Movimiento Ayuda Càncer de Mama), che si occupa di promuovere la prevenzione
al cancro al seno, ha recentemente diffuso un video su YouTube che in maniera
originale e divertente vuole informare su quest’importante questione.

Uno dei problemi che le associazioni come Macma devono
affrontare quando vogliono diffondere online materiali sulla prevenzione è
quello della censura: su diversi social network come Facebook e Instagram,
infatti, ogni immagine di capezzoli femminili è vietata.

In questo modo, qualsiasi tutorial che possa spiegare
attraverso foto e video il metodo corretto per l’autopalpazione, volto a
controllare periodicamente l’eventuale presenza di noduli, viene sabotato dalle
regole ferree di questi siti.

L’associazione argentina ha però avuto un’idea per
scavalcare questo genere di censura, e nel farlo ha anche fatto ridere molti
spettatori: per fare da testimonial alla campagna per l’autopalpazione, non è
stata infatti scelta una donna, ma un uomo piuttosto in carne di nome Henry.

L’uomo, dotato di pettorali decisamente poco atletici, può
infatti fungere senza problemi da modello, in quanto i suoi “seni” sono
sviluppati quanto quelli di molte donne, ma ha il vantaggio di non dover subire
alcuna censura secondo i dettami di Facebook, Instagram o YouTube.

La campagna è stata lanciata con l’hashtag #TetasxTetas in
spagnolo, o # ManBoobs4Boobs in inglese, e promuove la diagnosi precoce del
cancro al seno, il tipo di tumore più comune per le donne di tutto il mondo.

IL VIDEO 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, Ong: “Uccise 92 persone”. Manifestanti rinchiusi nella Sharif University dalla polizia
Esteri / Brasile: Lula e Bolsonaro al ballottaggio il 30 ottobre. L’ex presidente al 48,3%, la destra al 43,7%
Esteri / La Nato avverte Mosca: “Se Putin usa armi nucleari, conseguenze serie”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, Ong: “Uccise 92 persone”. Manifestanti rinchiusi nella Sharif University dalla polizia
Esteri / Brasile: Lula e Bolsonaro al ballottaggio il 30 ottobre. L’ex presidente al 48,3%, la destra al 43,7%
Esteri / La Nato avverte Mosca: “Se Putin usa armi nucleari, conseguenze serie”
Esteri / Brasile al voto, resa dei conti tra Lula e Bolsonaro: l’ex sindacalista punta alla vittoria al primo turno
Esteri / Nato in allerta: Mosca pronta a testare il super-siluro che può provocare uno tsunami radioattivo
Esteri / Papa Francesco a Putin: “Fermati, ti supplico. Fallo per amore del tuo popolo”
Esteri / Ucraina, strage di civili a Kharkiv: morti 13 bambini mentre tentavano la fuga con le famiglie
Esteri / Indonesia, scontri dopo una partita di calcio: almeno 180 morti
Esteri / Donbass, schiaffo di Kiev a un giorno dall’annessione: Mosca ammette il ritiro da Lyman
Esteri / Nord Stream: “Esplosi 500 chili di tritolo. Bombe piazzate da robot di manutenzione”